close

spettacolo

Modaspettacolo

“épaule” illumina il carpet del Festival del Cinema di Venezia con con Elisa Caterina Egger.

Elisa Caterina Egger

Elisa Caterina Egger, calca la scena del red Carpet della 79^ edizione della Mostra del

Cinema di Venezia, scegliendo épaule con l’iconica cappa dress modello Paris.

Elisa Caterina Egger in questa speciale occasione firma il suo primo grande progetto, ed è la più giovane curatrice d’Arte presente alla Biennale dell’Arte di Venezia 2022, il suo lavoro l’ha vista già protagonista di eventi ed esposizioni tra Milano, New York, Venezia e non solo. épaule marchio ispirato a Philomena Sarti, musa cresciuta negli anni’50, pone al centro del suo lavoro la passione per i tessuti di pregio, per la tradizione e l’artigianalità nel saper creare capi di lusso Made in Italy, rifiniti e curati nei dettagli a mano dalle sarte della maison épaule.

La nuova generazione dei Sarti si presenta con un team tutto al femminile, sentendo l’esigenza, attraverso la passione per il bello e per l’armonia delle forme, di realizzare un “LUXURY BIJOUX” come accessorio per le spalle che crea un piacere duraturo di stile. épaule nello studio del prodotto ricrea una bellezza che diventa ricerca di design ispirato alla geometria del cerchio e alla sua simbologia di perfezione e armonia.

Chi sceglie épaule è una donna di stile dal carattere forte e indipendente. Ama viaggiare e distinguersi con allure, che solo i capiche riescono a trasmettere.

Il brand opera in una nicchia di mercato, con una produzione di modelli limitata, a basso impatto ambientale.

La collezione continuativa per le spalle “Across the Seasons” di épaule 6419 è un viaggio trasversale in un lusso consapevole, che attraversa tutte le stagioni, tutte le epoche e che valorizza ed esalta ogni età delle donne.

Il canale di vendita attuale è lo shop on line del sito ufficiale del brand.

www.epaule6419.com

Le Salon de la Mode

Agency

Leggi Ancora
charityeccellenze italianeEventispettacolo

Michael Rothling, Monopoly di Forte dei Marmi: tutto è cominciato da questa foto.

Michael Rothling

Come in tutti i progetti , c’è chi ci crede da subito, chi attende di vedere come va per crederci e chi rimane fermo sulle sue posizioni di scetticismo.

Certo forse neanche Michael Rothling Vice Presidente Dimian e ideatore di questa start Up legata al più famoso gioco da tavolo del Mondo avrebbe mai detto che il Monopoly di Forte dei Marmi  diventasse così virale.

Decine di testate giornalistiche nazionali e regionali dopo 2 anni di Covid nei quali la voglia di stare insieme e di raccontare sembrava scomparsa, hanno seguito con entusiasmo questa cavalcata vincente verso un traguardo che ogni giorno si sposta sempre più in la..

 L’idea di Michael Rothling è di fatto diventato un brand importante anche per eventi e aperitivi e soprattutto il charity sempre presente fin dal primo giorno proprio per volontà di Michael e della Madre , Presidente della Dimian che ha da subito appoggiato l’intuizione del figlio

Nel mese di  settembre verranno consegnati i proventi derivanti da questa gara di solidarietà che il Monopoly di Forte dei Marmi ha guidato e continuerà a guidare.

Gli enti che riceveranno le donazioni  sono la Croce Verde e la Misericordia che nel 2016 tanto hanno fatto per cercare di salvare la vita al Papà di Michael che purtroppo è scomparso troppo presto, Padre al quale ogni iniziativa è dedicata

La Dimian ha donato tantissime bambole del forte ( Nena, come il nomignolo che accompagnava da piccola la madre del giovane imprenditore, il nome del giocattolo dedicato alla perla della Versilia oltre a tanti Monopoly da poter rivendere.

Michael ha ben chiaro come portare avanti questo progetto oggi diventato splendida realtà, sta creando una capsule collection Natalizia in vendita da Farmacia di Ciolo e tantissimi altri sponsor che saranno presenti anche in tantissime associazioni come AUSER , Croce Verde e Misericordia del Forte..

Michael è stato in grado di coinvolgere imprenditori, capitani di Industria, artisti, editori, fotografi , le istituzioni , associazioni e Fondazioni, non ultima la Andrea Bocelli Foundation, personaggi e personalità dello spettacolo e del Jet set ma soprattutto la gente .

Non è un caso che per tutti gli eventi Michael abbia scelto come fotografo ufficiale sia stato Fabrizio Nizza, figlio di Raffaele Nizza “Paparazzo” degli anni d’oro della Versilia che attraverso i suoi scatti ha raccontato un epoca.

Il Direttore Italia della Hasbro, depositaria del brand Monopoly, si è congratulato ufficialmente con Michael per come è stato in grado di riportare ai vertici di notorietà il già famoso gioco da tavolo.

Proprio insieme alla multinazionale Hasbro l’imprenditore sta studiando la seconda edizione per forte dei marmi nella quale scatola e tappeto subiranno un restyling  

Una curiosità: anche la meravigliosa Isola di Capri non è rimasta insensibile al fascino del Gioco da tavolo più noto al Mondo….

Siamo sicuri che da lassù qualcuno osservando quanto Michael si sta dimostrando capace di creare , stia sorridendo …

Leggi Ancora
Musicaspettacolo

Il 9 Agosto al Teatro della Versiliana grande successo per Mazy & Friends.

Mazy & Friends

Martedì 9 agosto presso il gran teatro della Versiliana, si è tenuto il concerto “Mazy & friends” della giovane cantautrice di Camaiore.

Mazy ha eseguito brani del suo repertorio di cui tre inediti in anteprima assoluta, più alcune cover; accompagnata sul palco da musicisti di straordinario livello come Ugo Bongianni pianista e arrangiatore che ha collaborato con numerosi artisti tra cui Mina, Celentano, Ivano Fossati, Tiziano Ferro, Mario Biondi etc;

Andrea Cozzani bassista dei Planet Funk, che vanta collaborazioni internazionali che vanno da Alan Sorrenti a Zucchero, da Jeff Beck a Solomon Burke.

Hanno completato la formazione i talentuosi Pablo Gigliotti alla chitarra e Leonardo Badiali alla batteria.

Lo spettacolo è stato arricchito dalle splendide coreografie di Giulia Turchi con 12 ballerini della “Scuola di Danza Eden” di Livorno.

Mazy ha voluto a fianco a se anche l’amica Elisa Bresciani che ha danzato ed interpretato le canzoni “serpente” e “Fallen from heaven”.

La scenografia è opera dell’architetto Marco Francesconi, con il contributo dell’Istituto d’arte Stagio Stagi di Pietrasanta e con la straordinaria cooperazione di Letiz_art e di Giuseppe Di Bernardo, disegnatore ufficiale di Diabolik e creatore de L’insonne.

Lo spettacolo è stato organizzato dall’Associazione Kreion Versilia Aps di Pietrasanta che, da diversi anni, svolge un’intensa attività culturale finalizzata alla valorizzazione di giovani talenti e delle eccellenze artistiche del nostro territorio.

Una serata che ha regalato al pubblico tante sorprese e forti emozioni.

Leggi Ancora
AttualitàFotografiaspettacolo

Fotografia: Fabrizio Nizza e la tradizione continua…

Fabrizio Nizza

Suo Padre è stato uno dei primi fotografi capaci di raccontare la Versilia degli anni 60, inevitabile che Fabrizio seguisse le sue orme, ma a differenza di sua sorella Paola, anche lei fotografa, che da subito è entrata nella parte gestionale ed organizzativa dell’attività di famiglia, Fabrizio partì proprio , come vuole la tradizione, da “ragazzo di bottega”.

Inevitabile per raccontare la passione per la fotografia di Fabrizio, fare un breve focus su chi gliela ha trasmessa: Raffaele Nizza, scomparso il 24 giugno 2020.

Raffaele non era un semplice fotografo, ma la memoria storica della Versilia.

Una persona vera e umile, prima ancora di essere un personaggio  che amava la gente ed era amato dalla gente, che ha saputo trasferire queste sue caratteristiche anche ai figli.

Salito da Marsala per amore, non è più tornato nella sua amata Sicilia.

E’ stato un testimone di un periodo unico, irripetibile, che lui ha vissuto con entusiasmo e con la passione di chi ama il suo lavoro.

Era la Versilia del boom economico, degli anni ruggenti, della gioia di vivere.

In realtà alla fine degli anni 50 erano i Ronchi, con Oliviero ad essere al centro dell’attenzione mediatica, Forte dei Marmi è arrivata più tardi.

Raffaele, come Fabrizio, che fin dall’adolescenza ha assorbito dal padre ogni dettaglio della sua vita professionale, come una spugna, era sempre pronto a immortalare tutto e tutti.

Che fossero i bambini sulla battigia, le bellezze al bagno o personaggi del jet set poco importava, per lui un fotografo ha la missione di raccontare quello che lo circonda e questo è il mood dal quale partiamo per raccontare Fabrizio Nizza, degno erede della professionalità del padre.

Uno dei più celebri scatti della Capannina di Fabrizio Nizza

Oggi Fabrizio è un punto di riferimento per la Versilia quando parliamo di fotografi, la tecnica sicuramente non manca, ma le caratteristiche che lo rendono uniche sono proprio quelle ereditate dal padre, umiltà in primis, ma soprattutto essere sempre nel momento giusto al posto giusto.

Non ama il foto-ritocco, ogni suo scatto non viene lavorato in post produzione, è il racconto di un’istante e come tale deve rimanere.

La sua capacità di prevedere e vedere cosa fotografare , trasforma ogni suo servizio in una narrazione precisa di quanto è accaduto, personaggi, luoghi, dettagli, nulla è lasciato al caso, e se la situazione non si crea, senza timore Fabrizio la crea, ma senza fingere, suggerisce sotto voce dove , come e perché quello scatto è importante farlo…

Fotografo ufficiale di molti locali storici della Versilia, come ha sempre sostenuto suo Padre, non si tira mai indietro, per lui il compito di un fotografo è riportare attraverso le immagini, le emozioni.

Ricorda con il sorriso una sorta di rivincita nei confronti dei reali del Belgio, che negli anni 60 fotografati dal padre , lo spinsero in acqua , 40 anni dopo Fabrizio ha fotografato nuovamente il Re del Belgio in atteggiamenti non “reali” per Novella 2000.

Un altro aneddoto buffo che ha raccontato Fabrizio è legato alla sua presenza nella camera oscura, aveva 16 anni e per la prima volta fumava le sigarette al mentolo , grazie alla collaborazione del Padre con una nota azienda produttrice…Beh era talmente concentrato nel gustarsi questa nuova e sconosciuta fragranza, che bruciò un pacco di carta per la stampa ( 18 x 24 FD4 ) , inutile dire che quella settimana, Raffaele non lo pagò…

Fabrizio, a differenza dei molti “fotografi” di oggi, prima di imparare a scattare ha imparato a sviluppare le foto del padre, dettaglio che racconta la passione per questo lavoro, che parte da ogni singolo gesto che porta al risultato finale, la fotografia.

Pur essendo stato chiamato diverse volte per andare a Sanremo, ha sempre scelto di non andarci, infatti

 Fabrizio definisce quella settimana frenetica, la fossa dei Leoni: la correttezza professionale in certe situazioni , lascia spazio ad egoismi personali, che poco hanno a che fare con il concetto di gruppo di lavoro, “ Uno scatto c’è per tutti amava” ripetere Raffaele Nizza, ma oggi qualcosa è cambiato, purtroppo…

Il rapporto che Fabrizio ha con persone e personaggi della Versilia, e testate importanti alle quali fornisce le foto, potrebbe permettergli di avere un atteggiamento meno amichevole e più impostato, ma ancora una volta la differenza la fa la sua intelligenza professionale, il suo innato talento nello scattare, la sua disponibilità e il suo sorriso.

Raffaele e Fabrizio , un tatuaggio è per sempre…

In un mondo in cui l’apparenza sembra regnare sovrana, Fabrizio e sua sorella Paola, nonostante la loro storia e il loro presente non amano mostrarsi e mostrare, ma la maggior parte delle foto che trovate sul web legate a locali storici della Versilia arrivano da loro scatti.. difficile sceglierne alcuni , facile invece chiudere questo articolo con una foto che racconta l’inizio della carriera di Fabrizio,,,

Oggi quando ad un evento trovi dietro all’’obbiettivo Fabrizio Nizza, hai la certezza che sia valsa la pena esserci…

Leggi Ancora
spettacolo

“Sparkling Giorgina” in pillole…

Sparkling Giorgina

Sparkling Giorgina modella, presentatrice e Show Girl milanese si è imposta sulle scene per la sua esplosiva simpatia coinvolgente , oltre che per la sua fisicità .

Proprio perché Sexy e ironica, molti sono i suoi follower tra i quali una buona percentuale, inaspettatamente, sono donne,

Nel 2019 è stata tra i protagonisti di Maledetti amici miei, show in onda su Rai 2 con Alessandro Haber, Rocco Papaleo, Sergio Rubini e Giovanni Veronesi…

Ma le sue apparizioni televisive sono davvero molte, tra le quali indimenticabili Ciao Darwin e Barbara D’urso, e ogni volta è riuscita a farsi ricordare, per prorompenza, ma soprattutto, ancora una volta, per la sua innata simpatia.

Paradossalmente della sua vita privata non si sa molto, esposiva davanti ad un obbiettivo è invece molto riservata quando si parla degli affetti.

Sparkling Giorgina vive a Milano, ma ha vissuto per lungo tempo in Messico e a Miami  dove ha lavorato nel mondo dello spettacolo , li ha conosciuto Ciro Montemiglio le ha proposto di scattare per Playboy, da il servizio con Francesco Francia che è uscito su Playboy Italia Online e Playboy Extra.

Proprio alcuni  suoi scatti non sono passati inosservati nella Grande Mela, tanto da finire in un museo di New York impresse su poster giganti!

Poliedrica e istrionica, da poco si è inserita anche nel mondo musicale con un suo singolo “Gatita” che ha riscosso un notevole successo, e sta lavorando ad una nuova traccia…

Leggi Ancora
eccellenze italianespettacolo

GIOSTRA CAVALLERESCA DI SULMONA, XXVI Edizione, BORGO SAN PANFILO SALE SUL PODIO.

BORGO SAN PANFILO

Grande successo, con circa 7.000 spettatori sugli spalti in due giorni per assistere alla gara e migliaia di adulti e bambini tra le stradine del Centro storico per ammirare il corteo, per la Giostra Cavalleresca di Sulmona, organizzata dall’Associazione Giostra Storica di Sulmona e tornata dopo due anni di fermo con una XXVI edizione che ha offerto a cittadini e turisti la straordinaria opportunità di vivere tante esperienze culturali fino all’evento clou della gara, preceduta dal corteo in costume guidato dall’attrice Nancy Brilli, nei panni della Regina Giovanna D’Aragona, principessa di Sulmona.

È stato Borgo San Panfilo, con un solo punto di differenza, a vincere il Palio della XXVI Giostra Cavalleresca di Sulmona. Un palio prestigioso, non solo per la valenza storica e culturale della giostra ma anche per la firma, quella di Giordano Floreancig, che ha dipinto la sua Regina sul palio rendendolo un’opera d’arte e che fino all’8 agosto è in esposizione, con le sue opere, al Complesso della Santissima Annunziata e alla Rotonda San Francesco.

A portare al trionfo il borgo del quartiere della cattedrale peligna è Luca Innocenzi, che ha messo a segno due botte, inforcando gli anelli giusti con la lancia, 6 punti, e cavalcando l’intero anello di Piazza Garibaldi in 29 secondi e 99 centesimi.

Questo per Innocenzi è il terzo palio da vincitore, mentre per il borgo è la IV vittoria. Il secondo posto se lo aggiudica il Borgo Santa Maria della Tomba.

Ultimo appuntamento in calendario per la Giostra Cavalleresca di Sulmona 2022, che avrà il suo gran finale con la Giostra Cavalleresca d’Europa e dei Borghi più belli d’Italia (sabato 6 agosto e domenica 7 agosto), è La Panarda, la cena rinascimentale a cura dello Chef Clemente Maiorano a Largo Palizzi nel Sestiere Porta Manaresca (5 agosto).

Un’edizione davvero speciale che, con la Beatrice Gigli Communication a supporto dell’Associazione Giostra Storica di Sulmona, ha portato nel comune abruzzese l’arte sartoriale di E. Marinella con la proiezione del docufilm “Una vetrina che guarda il mare

e la realizzazione dell’esclusiva cravatta dedicata alla Giostra; e la cultura con il libro “Un male purissimo” del giornalista di Fanpage.it Gennaro Marco Duello pubblicato da Rogiosi Editore e la mostra “L’assoluta libertà” di Giordano Floreancig, a cura di Alessandro Erra della Galleria Erra Milano.

Un’edizione che vedrà l’Associazione ancora a lavoro tutto l’anno, insieme alla casa editrice Rogiosi e alla Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila, nella realizzazione e pubblicazione di un volume fotografico e di racconti dedicato alla Giostra Cavalleresca di Sulmona, che sarà poi presentato nell’ambito di Napoli Città Libro 2023.

Leggi Ancora
Musicaspettacolo

VERONA: Carmen – Georges Bizet, 31 luglio 2022.

Carmen

CARMEN

Opéra-comique di Georges Bizet composta di quattro atti su libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy tratta dalla novella omonima di Prosper Mérimée.

Direttore Marco Armiliato

Regia e Scene Franco Zeffirelli

Personaggi e Interpreti:

  • Carmen J’Nai Bridges
  • Micaela Maria Teresa Leva
  • Frasquita Caterina Sala
  • Mercedes Caterina Dellaere
  • Don José Roberto Alagna
  • Escamillo Gëzim Myshketa
  • Dancairo Jan Antem
  • Remendado Vincent Ordonneau
  • Zuniga Gabriele Sagona
  • Morales Alessio Verna

Costumi Anna Anni

Coreografia El Camborio ripresa da Lucia Real

Orchestra, Coro, Ballo e Tecnici della Fondazione Arena di Verona

Maestro del Coro Ulisse Trabacchin

Coordinatore del Ballo Gaetano Petrosino

Coro di Voci bianche A.LI.VE. diretto da Paolo Facincani 

Con la partecipazione straordinaria della Compañia Antonio Gades

Direttore Artistico Stella Arauzo

Un’opera letteralmente tradizionale, registicamente perfetta, addizionata di elementi e movimenti scenici

quasi distraenti in contrasto con le scelte sobrie ed essenziali di Zeffirelli.

Così potrebbe essere definita la Carmen portata in scena il 31 Luglio 2022 all’Arena di Verona e annunciata dalla Fondazione Arena come “definitiva”.

Una commistione tra elementi scenici inediti e componenti scenografici delle edizioni precedenti.

Uno spettacolo dinamico in continua metamorfosi, le cui le mutevoli interpretazioni vocali si adattano perfettamente

alla parte orchestrale, generando vibrazioni soggettivamente decifrabili.

Una celebrazione dell’emancipazione della donna per un contesto sociale francese tardo ottocentesco, che Georges Bizet

rappresentò evitando di osteggiare il fallocentrismo dell’epoca ma permettendo di intravedere le evoluzioni

che sarebbero sopraggiunte successivamente.

Ed è proprio questa matrice libertaria, parallelamente alla pacifica convivenza tra gli elementi della tradizione

operistica e le metamorfosi sceniche ed interpretative, a conquistare il pubblico e catturare l’attenzione per quasi

quattro ore nella Càvea rovente dell’anfiteatro romano di piazza Brà.

Numa Echos

Leggi Ancora
AttualitàModaspettacolo

LUDMILLA VORONKINA: ALLA TOP MODEL IL RICONOSCIMENTO SPECIALE ALLA CARRIERA “TAOMODA awards”

LUDMILLA VORONKINA

Sono stati assegnati nella suggestiva cornice del Teatro Antico di Taormina, i Taomoda Awards, prestigiosi riconoscimenti dedicati al mondo della moda, dello spettacolo, della musica, del giornalismo e della cultura.

La serata, presentata dalla giornalista Cinzia Malvini, ha celebrato insieme il talento, la sostenibilità e l’empowerment femminile. Alla modella Ludmilla Voronkina, musa di diversi stilisti e fotografi, è stato assegnato il riconoscimento speciale alla carriera dei TAOMODA Awards per i suoi primi 20 anni di lavoro. 

“Ringrazio Agata Patrizia Saccone, tutto il team di Taomoda e la Regione Siciliana per questo importante riconoscimento dedicato alla mia carriera. Come diceva Dostoevsky, la bellezza salverà il mondo.

Non solo la bellezza esteriore, ma anche quella dei nostri cuori e delle nostre azioni” – sottolinea Ludmilla Voronkina.

Durante la premiazione la modella ha indossato uno splendido abito disegnato dal direttore creativo di Roberto Cavalli, Fausto Puglisi.

Quella di Voronkina è una carriera costellata da successi.

Nata da padre ucraino e da madre russa, a soli 15 anni viene selezionata da una delle più prestigiose agenzie di modelle di Mosca e dopo pochi mesi ottiene la sua prima copertina per Bazaar Russia e il premio come miglior copertina dell’anno. Sfila per le più prestigiose passerelle delle Fashion Week internazionali e posa per i migliori studi fotografici di Parigi, Milano, Mosca, Amburgo, Tokyo e Taiwan.

Nel corso della sua carriera, oltre a stringere collaborazioni di lunga durata con alcuni tra i più prestigiosi brand di moda tra cui Etro, Kiton, Cavalli, Versace e Cucinelli, è protagonista di svariati redazionali per le più importanti riviste di Moda, tra cui Vogue Russia, Vogue Italia, Bazaar Russia, Diva e Donna, Donna Moderna, Glamour, She Russia e di molteplici campagne pubblicitarie tra cui le ultime dalla diffusione mondiale per Kiton e Cavalli. 

É particolarmente apprezzata da fotografi di fama mondiale come Max Vandukul, con cui sta lavorando ad un progetto fotografico dal titolo “Timeless” dedicato alle donne che sarà presentato ufficialmente a Dubai il prossimo novembre con una mostra e un libro.

Leggi Ancora
Musicaspettacolo

Giardino del Chiostro di Sant’Agostino, Pietrasanta. Omar Bresciani in “ Voglio vivere così!”. Spettacolo musicale. Giovedì 4 agosto 2022.

Omar Bresciani

Giovedì 4 agosto, per il secondo anno consecutivo, potremmo assistere al concerto-spettacolo di Omar Bresciani, dal titolo “ Voglio vivere così!”,

Un personal live durante il quale Omar Bresciani, accompagnato da 3 maestri di pianoforte, un violoncello, ed un giovane attore che ci introdurrà nel “mondo musicale” di Omar, ci guiderà in un percorso musicale tra una selezione di brani italiani: non un viaggio nostalgico, ma un omaggio alla cultura musicale italiana dell’intero secolo scorso.

Nella stesura della scaletta dello spettacolo,

Omar Bresciani ci dice che: “Tra i molti brani di musica italiana, ho scelto quelle canzoni che, per ragione di studio, per passione personale, per un “incontro casuale”, fanno oramai parte del mio percorso artistico.” 

Tecnica, interpretazione, padronanza del palco e arrangiamenti sono gli elementi del concerto- spettacolo capaci di coinvolgere un pubblico sempre più ampio, uno show dove protagonista è il bel canto italiano conosciuto ed ammirato in tutto il mondo. 

Grazie alla ricerca continua di un nuovo linguaggio interpretativo capace di coinvolgere un pubblico sempre più ampio, con coraggio, sapienza ed ironia,

Omar Bresciani con la sua impostazione tenorile interpreta cover scelte tra i brani italiani più conosciuti, eccellenze della musica italiana che abbracciano l’intero secolo 1900. 

L’appuntamento è per giovedì 4 agosto, alle ore 21.15 presso il Chiostro di sant’Agostino a Pietrasanta.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

Per info e prenotazioni: 347 6527860.     info@omarbresciani.com

Leggi Ancora
Musicaspettacolo

U.S.A. Great Moment from the great stage.

dominika zamara

Siamo nel New Jersey per per Gala d’Opera, un evento speciale, speciale perché unisce il nostro paese agli States.

Partiamo con ordine, giovedì 28 luglio alle ore 20:00 locali nel Jack Curtis Stadium at Cooper River Park, interpreti di questo Gala saranno: i soprani Dominika Zamara (in tournée negli States) e Chelsea Friedlander, il mezzosoprano Laura Zahn, il baritono Suchan Kim, il tenore Justin Gonzalez, l’orchestra Light Opera of New Jersey Orchestra il tutto diretto dal Maestro Jason Tramm.

L’evento rientra nel “Light Opera: Twilight Concert Series” una stagione musicale in una location affascinante.

Saranno proposte le più belle arie e duetti dell’opera classica.

Poi in settembre avremo il piacere di avere il Maestro Tramm nel nostro paese, verrà per dirigere lo Stabat Mater di Pergolesi, i solisti saranno Dominika Zamara, Lenny Lorenzin e il Maestro Boldrini (direttore d’orchestra, pianista, organista e compositore) al clavicembalo, tra l’altro sarà eseguita una Missa Brevis scritta da Maestro Bodrini, il tutto in collaborazione con “Italian Opera Florence”. Saranno due le tappe: a Firenze la culla del Rinascimento e Roma la Città Eterna.

Una collaborazione che unirà due continenti nel segno della musica e dell’arte

Leggi Ancora
1 2 3 8
Page 1 of 8