close

spettacolo

Musicaspettacolo

La Serva Padrona di Pergolesi ha fatto tappa in Polonia.

La Serva Padrona di Pergolesi

La musica dell’immortale Giovanni Battista Pergolesi nella città d Leszno è stata scelta per evento speciale

Siamo stati a Leszno nel Voivado della Bassa Silesia in Polonia per l’inaugurazione del Auditorium Maximum Wyższej Szkoły Humanistycznej.

Per l’inaugurazione la scelta è stata l’opera buffa “La Serva Padrona” (1733) di Giovanni Battista Pergolesi su libretto di Gennaro Antonio Federico, protagonisti di questa impresa il soprano Dominika Zamara nel ruolo di Serpina, il basso Gerardo Spinelli (che ne ha curato anche la regia) nel ruolo di Uberto e nel ruolo di Vespone il servo muto l’attore di pantomima Marek Smycz accompagnati dall’ Ensemble da Camera di Cracovia.

La regia è risultata molto frizzante senza perdere la visione del contesto storico originale dell’opera, mentre la scenografia costituita da un gioco di luci proiettate su fondo scena creando dei pattern dando un contrasto spettacolare trai i costumi e l’arredo barocco.

La differenza hanno fatta loro: le voci della Zamara e dello Spinelli che si sono fuse in una perfetta armonia donando una freschezza al tutto, spettacolari oltre che nel canto anche nell’interpretazioni dei ruoli e qui come non citare Smycz, attore di pantomima e quindi per sua specificità ha saputo dare una particolare espressività al suo personaggio. L’Ensemble da Camera di Cracovia ha saputo impreziosire il tutto con un suono pulito e cristallino. Una lunga standing ovation omaggia l’inchino degli artisti sino alla chiusura del sipario.

Dalla viva voce degli interpreti.

La Zamara: Questa opera mi esprime tanta gioia, mi sento veramente Serpina caratterialmente anche nella reale.

Amo il genio di Pergolesi, molte volte l’ho eseguita in Italia America ed è la prima volta in Polonie ne sono felice con un cast eccezionale, felice di aver diviso il palco con Gerardo bravissimo basso, a Marek con il quale ho lavorato molto in passato all’ Ensemble, tutti bravissimi.

Lo Spinelli: È stata una bellissima esperienza in questa terra che ebbi modo di visitare e ora apprezzare da punto di vista artistico e che mi accolto a braccia aperte e molto calorosamente.

Sono lieto di aver cantato con una grande cantante come Dominika, poi Marek, l’Ensemble e l’organizzazione, un plauso a tutti, non vedo l’ora di tornare.

La trama dell’opera in breve: Un ricco e attempato signore di nome Uberto ha al suo servizio la giovane e furba Serpina che, con il suo carattere prepotente, approfitta della bontà del suo padrone. Uberto, per darle una lezione, le dice di voler prendere moglie; Serpina gli chiede di sposarla, ma lui, anche se è molto interessato, rifiuta.

Per farlo ingelosire Serpina gli dice di aver trovato marito, un certo capitan Tempesta, che in realtà è l’altro servo di Uberto (Vespone il muto) travestito da soldato. Serpina chiede a Uberto una dote di 4000 scudi; Uberto, pur di non pagare, sposerà Serpina, la quale da serva diventa finalmente padrona.

Enrico Bertato

Leggi Ancora
Musicaspettacolo

Lady Naima e il suo primo singolo.

Lady Naima

Lady Naima ha debuttato con il suo primo singolo da pochi giorni  “il pezzo ignorante “  disponibile su tutte le piattaforme,

Abbiamo deciso di conoscerla meglio lasciando a lei il compito di raccontarsi rispondendo alle nostre domande :

Il tuo primo incontro con la musica ?

Il mio incontro con la musica è iniziato ufficialmente all’età di 3 anni ascoltando musica rock e derivati e cercando di cantare già in inglese.

Ancora oggi ascolto rock cm altri generi musicali che adoro particolarmente.

E quando riascolto i pezzi di allora ho dei ricordi fantastici riguardanti la fratellanza poiché è stato uno dei miei fratelli maggiori a crescermi con la musica.

Quando hai capito che sarebbe stata parte integrante della tua vita la musica?

Ho percepito che la musica sarebbe stata parte di me nell’età scolastica tra saggi di canto e balletti, ma soprattutto per situazioni non belle inerenti al bullismo (come a tanti ragazzi purtroppo capita) e li la musica mi ha salvata mi ha sempre fatto sentire molto bene ed è stato uno sfogo dove provare sentimenti di ogni genere!

Quando hai capito che sarebbe stata parte integrante della tua vita la musica?

Ricordo con il sorriso la prima volta che cantai da solista alle elementari.

Il brano era we are the champions dei Queen.

Il problema che venivo da una settimana dove non ero stata bene di salute e anche quella sera non ero il massimo, però mi fa sorridere pensare che comuque ho fatto il mio dovere davanti a un bel pubblico con molta voglia ed energia senza imbarazzo.

Come è cambiato il mondo della discografia?

Il mondo della discografia cm oramai è sotto gli occhi di tutti, è molto cambiato rispetto quello che era un tempo.

Oggi si parla molto di digital, social e talent che hanno preso il sopravvento nello scovare nuovi artisti che hanno portato a un nuovo modo di fare discografia e scouting.

Si sono anche introdotti nuovi generi musicali, però sembra stiano piano piano tornando in voga anche quelli di una volta degli anni 80,90,2000 come il mio genere slap house che si era un po’ perso ma che già a livello internazionale ha ripreso piede.

Quanto conta la comunicazione?

La comunicazione conta moltissimo in questo panorama.

Noi artisti attraverso la musica dobbiamo essere in grado di trasmettere sia dal punto di vista dei testi sia da quello delle sonorità degli stati d animo, delle emozioni, dei messaggi che possono essere personali o sociali.

L artista inoltre è sempre visto cm un modello da seguire per cui è bene trasmettere sempre cose molto positive, valori e insegnamenti importanti di vita.

Oggi poi con i social si è in grado di trasmettere ogni giorno il ns stato attuale e ciò che pensiamo, ma sopratutto avere un contatto diretto con i fans e il pubblico che apprezza ciò che fai e devo dire è molto gratificante e da ancora più carica di sviluppare nuovi brani per loro!

Che rapporto hai con il pubblico?

Il rapporto con il mio pubblico è fantastico.

Sono una persona molto umile e molto aperta per cui rispondo sempre in prima persona sui social come anche dal vivo mi piace molto parlare con la gente, sentire i loro pareri sia positivi che negativi xké servono a migliorarmi sempre più, fare foto con loro e autografi, ma soprattutto vedere loro sorridere!

Per me il mio pubblico conta moltissimo; dico sempre che sono loro la mia forza xké senza il loro apprezzamento, il loro ascolto ecc non si è nessuno. Il merito dell’essere noti o famosi secondo me dipende tutto dalle persone che ti seguono per la gran parte oltre ovviamente alla bravura dell’ artista stesso.

Cos’è per te la musica ?

La musica fa parte di me è il mio amore più grande, la mia droga per cui non riuscirei a stare mai senza, è il mio stupendo lavoro, è il mio rifugio dove mi sento sulle nuvole e tra i miei sogni, è i miei ricordi passati belli e brutti, è la mia felicità e il mio sorriso, la mia valvola di sfogo, l espressione dei mie pensieri, sentimenti ed emozioni e molto molto altro.

Diciamo potrei andare avanti all infinito, ma concludo dicendo che la musica la sento parte di me stessa sempre in tutto ciò che faccio e nella mia vita.

Se potessi andare indietro nel tempo, con quale artista di piacerebbe interagire e perchè?

Diciamo che indietro nel tempo ci sono molti artisti che avrei voluto conoscere, ma in particolare artisti attuali che ci sono ancora tutt’ora e sono tanti e di diversi generi musicali alcuni: Depeche Mode, Guns and Roses, Evanescence, Bob Sinclair, David Guetta, Ava Max e moltissimi altri del mondo rock, dance e derivati anche del panorama italiano: Gabry Ponte, Giorgio Prezioso, Zucchero, Maneskin…

Ma se devo scegliere tra tutti la mia preferita, quale mia mentore, è Lady Gaga con la quale ho molti aspetti simili di vita dalle sofferenze alle cose positive tra cui il bullismo, una malattia rara (per cui se un giorno riuscirò ad essere un personaggio noto ho intenzione di donare molto del mio denaro), l energia e la forza di superare gli ostacoli, di credere nei propri sogni e cercare di avverarli, di lavorare interamente nel business musicale, di stare su un palco e sentirsi come a casa e lasciarsi i problemi alle spalle: ballare, cantare e far divertire la gente xké x me il sorriso è la vera forza di vita!

Grazie Naima per la piacevole chiacchierata

Leggi Ancora
Musicaspettacolo

Il ritorno del soprano Dominika Zamara negli States.

Dominika Zamara

Dopo dopo due anni in qui non si poteva viaggiare tra continenti a causa della pandemia Dominika Zamara torna a allietare la città di New York.

L’occasione si presenta per i due concerti, 11 a 12 dicembre nella Grande Mela, in cui sarà eseguito il Goria RV 588 di Antonio Vivaldi e il Magnificat di Johan Sebastian Bach.

Sarà il Maestro Jason Tram a dirigere la MidAtlantic Philharmonic Chamber Orchestra e i solisti: Dominika Zamara e Chelsea Friedlander soprano, Allison Gish, mezzosoprano, Ziwen Xiang tenore e John Dominick III basso mentre la Taghkanic Chorale sarà diretto da Deborah May.

L’occasione è quella di riaprire il ponte culturale tra i dei continenti e come sempre, dopo grandi problematiche sarà l’arte a superare ogni forma di barriera e a ricucire ogni genere strappo. 

Lieti di dare la notizia dell’imminente tour del Soprano Polacco negli USA, dalla sua voce: “tornare a New York per me significa tornare in una terra che adoro, con un pubblico fantastico, che ama l’arte italiana e europea.

La Grande Mela mi mancava, una città moderna ma che ama ed è ricerca quell’arte che ha reso la nostra storia grande nel mondo, mi riferisco a tutti i generi di arte: musica, letteratura, pittura, scultura ecc.”.

Un grande in bocca al lupo a Dominika Zamara e a tutti i musicisti per questa tournée a stelle e strisce.

Enrico Bertato

Leggi Ancora
AttualitàModaspettacoloviaggi

Il tempo di un caffè con I MURR….

I MURR

.I Murr, Antonio e Roberta, lifestyler fanno coppia fissa nel lavoro e nella vita da oltre 25 anni.

In realtà sono Fashion consultantdirettori creativistylistpersonal shoppers, consulenti di immagine e stile da quasi 30 anni e scusate se è poco …

Roberta era direttore artistico e responsabile PR per Egadi Studios ed Antonio era un suo cliente che stava lavorando ad un’importante campagna pubblicitaria.

E’ stato , quasi un colpo di fulmine e in breve hanno deciso di iniziare a lavorare in proprio e rigorosamente sempre insieme, fondando una loro società di consulenza di moda.

Per I Murr è fondamentale capire la persona e la sua personalità. Cercano di capire sempre chi hanno di fronte.

Coglierne ogni sfumatura, per poi capire dove andare a lavorare. Conditio sine qua non? La consapevolezza che ogni persona sia unica.”

Conosciamoli un po’ meglio leggendo le loro risposte alle nostre domande

Primo incontro con la moda?

Antonio: Da piccolissimo.

A casa insieme alle mie sorelle più grandi che acquistavano riviste dì moda e con la mamma che cuciva per noi e per tutti. 

Roberta: Ricordo che la mia bambola preferita dì tutta l’infanzia era la Barbie.

L’ho sempre amata.

Amavo cambiarle outfit e creare abitìni nuovi ogni giorno .

E la mia nonna sarta mi assecondava e mi aiutava a sviluppare ogni pazza idea mi venisse in mente. 

Per parlare di moda bisogna averla studiata?

Si lo studio e’ fondamentale per capirne i meccanismi e comprendere come la storia influenzi e abbia influenzato la moda e il costume di ogni epoca e periodo. 

Com’è cambiata la moda negli ultimi 10 anni?

La moda in questo ultimo decennio si e’ semplicemente democratizzata.

Prima era solo a disposizione di un’ Elite.

Oggi con i social e tutte le scuole dì moda che sfornano ogni anno centinaia dì ragazzi in ogni settore, e’ diventata a disposizione dì tutti coloro che la amano. 

Come vive la tv la moda?

Io avrei girato la domanda: come vive la moda la tv? La moda ha sempre guardato la TV dall’alto verso il basso. Mentre la gente ha sempre visto la moda inarrivabile.

Noi andando in Tv siamo stati il primissimo ponte tra la moda e la gente. 

Un aneddoto che ricordi con sorriso?

Roberta: Ricordo che all’età dì 12 anni ero già abbonata a 2 riviste dì moda LEI e VOGUE ITALIA.

La sera con le riviste in mano guardavo e studiavo i redazionali dì moda e  mi facevo ispirare per la preparazione dell’outfit del giorno dopo per andare a scuola. 

Antonio: ricordo la prima volta che ho incontrato GIANNI VERSACE nel suo atelier. Io ero timidissimo e imbarazzato. Lui si è accorto dì me e della mia timidezza.

Mi e’ venuto incontro, mi ha preso sotto braccio e mi ha portato a vedere la sua nuova collezione. 

Se potessi incontrare un icona di stile del passato, chi e di cosa parleresti?

Roberta : io vorrei incontrare Diane Vreeland e naturalmente parleremmo dì moda e mi farei raccontare tutto dall’inizio della sua carriera aneddoti inclusi. 

Antonio: io vorrei incontrare Yves Saint Laurent e vorrei condividere con lui una settimana dì lavoro per la preparazione dì una collezione.

Vorrei capire come il suo estro e il suo genio lavoravano insieme per creare. 

Qual e’ il dettaglio che in un outfit fa la differenza?

Gli accessori fanno sempre la differenza in un outfit. 

L’UOMO NON DEVE MAI USCIRE SENZA? 

Un uomo non dovrebbe mai uscire dì casa senza avere scarpe pulite e sempre a posto.

E LA DONNA?

Una donna invece non dovrebbe mai uscire senza avere i capelli puliti e in ordine e rossetto rosso sulle labbra. 

Cosa osservi di primo acchito in chi ti sta di fronte?

ROBERTA: le scarpe e gli accessori. I capelli e i denti. 

ANTONIO: la prima cosa che osservo sono i capelli sia in un uomo che in una donna. 

La prima domanda che ti fa un cliente qual è?

Roberta: Ma quanto costate? 😜

Antonio: come faccio a fatturare dì più?

E ricordate sempre che per i Murr “è la personalita’ che conta a prescindere dallo stile., è lo stile che si adatta ed incastra alla personalita’ che ogni persona ha.”

Grazie ad entrambi per la simpatia e la schiettezza che vi rappresenta da sempre, caratteristiche che abbiamo ritrovato in questa breve chiacchierata .

Leggi Ancora
EventiMusicaspettacolo

Milano-Venerdi 17 Dicembre, l’Associazione Stravinsky Russkie Motivi è lieta di annunciare “Il Gran Galà Natalizio di operetta”.

Il Gran Galà Natalizio di operetta

Venerdi 17 dicembre 2021 alle ore 19.30 nella decagonale Rotonda disegnata nel Cinquecento da Pellegrino Pellegrini de Tibaldi, nella sala Falck. Ambrosianeum opera a Milano .dopo il successo del Gran Ballo Russo del 28 settembre, scorso, l’associazione culturale musicale Stravinsky Russkie Motivi e le sue tre fondatrici: Larisa Yudina cantante lirica soprano, coreografa Olga Kourbatova e commercialista Ombretta Romano ci propongono Il Gran Galà Natalizio di operetta.

Durante la serata si esibiranno, il Soprano Larisa Yudina e la, solista del programma televisivo ITALIA’S GOT TALENT 2021 Ekaterina Shelehova, anche lei soprano e un Baritono di fama Internazionale il cui nome verrà svelato all’ultimo momento.

L’intrattenimento musicale di altissimo livello sarà a cura del trio Stravinsky, organico composto da:

Aleksandr Zyumbrovskiy violoncello  

Sofia Villanueva Violino

Veronika Koprivica pianoforte

Il programma del concerto è festoso e allegro, in pieno clima Natalizio.

Il filo conduttore della serata sarà ispirato all’operetta “La Principessa del Circo” amatissima in Russia.                                                                                                      

Ad accogliere gli ospiti ci sarà Mister X , Baritono internazionale, che darà il via alla serata insieme alle due Soprano con le più famose arie dell’operetta viennese e russa e scherzosi dialoghi. 

Presenti anche ballerini e ballerine della compagnia Russiyana.

Tutto il programma musicale è stato curato da Larisa Yudina, soprano di fama internazionale, già soprano del teatro alla Scala, vincitrice di 7 concorsi internazionali, laureata al conservatorio G Verdi a Milano e solista con le numerose orchestre in Italia e all’estero.

Larisa Yudina, inoltre, è Presidente dell’Associazione Stravinsky Russkie Motivi, che ad oggi rappresenta un punto di riferimento imprescindibile per quanto riguarda il dialogo tra cultura russa e cultura italiana, anche lei, come sopra citato, sarà protagonista musicale della serata esibendosi come soprano.

Segue la cena con list miusik del trio strumentale “Stravinsky

Durante la serata sfileranno anche i “cappelli” come opera d’arte , firmati da Stefania Belfiore.

Menù Natalizio con le prelibatezze Italiane accompagnate da un eccellente selezione di vini rigorosamente   provenienti dai migliori vigneti italiani.

Italia e Russia nelle  loro rispettive eccellenze ,duetteranno per una serata intera,  in nome di nobili cause: aiutare a finanziare il restauro della splendida chiesa di Sant’Alessandro, unica chiesa in puro stile barocco sita nel centro di Milano nell’omonima piazza, sostenere le attività della Fondazione Sicomoro, dei padri Barnabiti, che si prodigano nel consentire ai bambini e ragazzi delle famiglie disagiate di Milano di proseguire e portare a termine il percorso di studi, e fornire loro un sostegno concreto .

Durante la serata saranno esposte e presentate  opere degli artisti Enrico Cecotto e Walter Marin che hanno deciso di devolvere parte del ricavato delle vendite dei quadri alla Fondazione Sicomoro.

Un ringraziamento speciale a

Associazione Culturale “ASSAPURARI , VINI PRINCIPE DI BELMONTE, MARE NOSTRUM Lavorazione Artigianale Prodotti Ittici 

Info e prenotazioni​

Per qualsiasi informazione e per le prenotazioni sarà possibile contattare l‘Associazione Stravinsky Russkie Motivi tramite mail stravinskyrusskiemotivi@gmail.com

338 5624180

391 7375595

Associazione Stravinsky Russkie Motivi

Presidente e Direttore Artistico – Larisa Yudina

Segretario Artistico – Gianfranco Messina

Vicedirettore Artistico – Alexander Zyumbrovskiy

Cofondatore e vicepresidente – Olga Kourbatova

Cofondatrice e tesoriera – Ombretta Romano

                                                                                                        

Leggi Ancora
Musicaspettacolo

SHINE IN VENICE ospite della quarta puntata Omar Pedrini dalla location di TERRAZZA IN PARADISO

SHINE IN VENICE

Venerdì 15 ottobre, è andata in onda la nuova puntata del format “SHINE IN VENICE”, il progetto culturale audiovisivo di NUMA ECHOS, disponibile in esclusiva su OLZE TV al link www.Olzemusic.com/olzetv. Ospite  Omar Pedrini.

ConShine In Venice”, OlzeMusic presenta una serie di appuntamenti che raccontano da vicino la musica d’autore, attraverso una serie TV che è il perfetto connubio tra realtà musicali eclettiche e il contesto culturale veneziano che diventa cornice ideale, sia per la sua storia, sia per le meravigliose location.

Conduttrice del format è l’artista poliedrica NUMA ECHOS, che in questa quarta puntata ospiterà Omar Pedrini che si esibirà nella location di Terrazza in Paradiso.

Dopo i primi episodi con Gianluca De Rubertis, In.Visible e il Re del Pick-Up una nuova puntata di “SHINE IN VENICE” sarà disponibile su Olze TV ogni 15 del mese e molti saranno gli artisti italiani coinvolti: musicisti di spicco che si racconteranno e si esibiranno in locali storici del capoluogo veneto, dando la possibilità non solo agli artisti di tornare a suonare live dopo tanto tempo, ma anche alle location di tornare ad accendere le luci sui loro palchi.

Differenti anche le realtà locali coinvolte, tra le quali “Radio Vanessa”, “La Botega dell’Heléna – secondhand & artigianato” e “Palmira Creazioni” che cureranno gli outfits di Numa Echos.

Leggi Ancora
Attualitàspettacolo

15/16/17 Ottobre -in scena al Teatro comunale di Ferrara Claudio Abbado : Paradiso XXXIII di e con Elio Germano e Teho Teardo.

Teatro comunale di Ferrara Claudio Abbado

La “commedia” dell’uomo, sospesa fra ambizione del divino e perdizione diabolica – così come è stata portata in scena nelle altre due produzioni di questa Trilogia, Dante Metànoia di e con Sergei Polunin e Faust rapsodia di Luca Micheletti – forse può trovare soluzione solo nella poesia, abbagliante, del Paradiso.

L’ultima parte della terza cantica, quella che mise Dante di fronte al paradosso di dire l’indicibile e comunicare l’ineffabile, si fa spettacolo:

Elio Germano e Teho Teardo sono la voce e la musica che ci avvicinano al mistero e ci accompagnano al cospetto dell’immensità, attraversando il Canto XXXIII parola per parola, ogni verso esaltato da immagini ed effetti speciali, “con la voglia di arricchire la materia con aspetti visivi e sonori che non siano solo la parafrasi del testo – ha dichiarato Germano – e che accentuino i contenuti in modo appariscente, condivisibile e circolare. Partendo con energia dalla fine della Commedia”.

Testo a cura di Sara Gautier

Leggi Ancora
AttualitàculturaMusicaspettacolo

Il soprano Dominika Zamara premiata al 38° Premio Internazionale Fontane di Roma.

dominika zamara

Si è svolto il 29 settembre presso l’Aula Magna Benedetto XVI la storica premiazione ideata dal Dottor Benito Corradini giornalista e redattore giornale “La Sponda”.

La creazione del premio è stata affidata all’artista Domenico Annichiarico, una scultura raffigurante il dettaglio della bocca del David di Michelangelo.

A consegnare i premi oltre al Corradini, il Monsignore Girotti e Angelica Loredana Anton.

Tra i premiati molte le personalità molte le personalità, tra cui Paola Spadari, Presidente Ordine dei Giornalisti del Lazio, il Prof. Vittorio Sgarbi e molti altri, dall’estero Tomasz Sakiewicz diretto di Gazeta Polska, nel Bel Paese per l’apertura del “Club Gazeta Polska sede di Roma”.

Ma nostra attenzione e per il soprano Dominika Zamara, unica cantante lirica ad aver vinto questo prestigioso premio.

Oltre ad essere stata premiata la Zamara ha intrattenuto il pubblico con un Recital con dei pezzi di Mauro Giuliani, accompagnata dal Maestro Amedeo Carrocci alla chitarra Classica.

Dice la Zamara: sono felicissima e onorata di aver ricevuto questo prestigioso premio, ringrazio il Dottor Corradini e le persone che hanno sostenuto la mia nomina.

Enrico Bertato

Leggi Ancora
Modaspettacolo

Conosciamo meglio Gian Maria Sainato.

Gian Maria Sainato

26 anni, Influencer di moda e lifestyle, modello, imprenditore digitale e offline, personaggio tv.

Nato nel Cilento , ma da oltre 10 anni vive a Milano che è diventata la sua seconda , se non prima casa.

Gian Maria è arrivato giovanissimo , nella città della moda per eccellenza, per iniziare una carriera da modello che lo ha portato ben presto a lavorare con grandi brand della moda , raggiungendo in breve tempo un consenso unanime sul suo innato talento.

Invitato tra i party più esclusivi e glamour della metropoli milanese è  presenza fissa ai grandi eventi , uno su tutti  fu uno dei pochissimi e stretti invitati al party esclusivo di Justin Bieber nella sua suite, dopo il suo concerto a Milano qualche anno fa.

La sua popolarità Milanese lo ha portato velocemente ad essere conosciuto in tutta Italia, anche grazie alla sua presenza  in tv in diverse trasmissioni televisive sia Mediaset che Rai, come esperto di moda e tendenze che gli hanno permesso di  conquistando a sua volta enorme notorietà e visibilità su i social network.

Come Fashion Blogger ad oggi conta quasi 600.000 followers su Instagram e 300.000 su Facebook.

È approdato da poco anche sul nuovo social dei giovani, Tik Tok, dove tutti i suoi video sono contano migliaia di visualizzazioni.

Recente la parentesi “reality”, Sainato infatti è stato il “concorrente non concorrente” dell’ultima edizione del GF VIP, amico-nemico (ora sembrano essere ritornati amici) di Tommaso Zorzi dove insieme hanno partecipato a Riccanza, nella quale Sainato non era rimasto in buoni rapporti con Zorzi,

Tutto è bene quel che finì bene, una volta uscito dalla casa del GFVIP, Zorzi, dopo qualche Stories e Tweet “velenoso” su Sainato, si sono sentiti privatamente dove si sono chiariti.

Molti sono i gossip che hanno legato  Gian Maria a grandi uomini della tv e dello spettacolo, come quello con appunto Zorzi, Gabriel Garko, Roberto Bolle ed altri nomi…

Ma è più corretto ricordare la sua amicizia con personaggi nazionali e internazionale del jet set con il quali ha stretto ottimi e veri rapporti legati alla sua professionalità e modi cordiali ed eleganti che lo contraddistinguono da sempre ,

E’ arrivato il momento per Gian Maria per un reality?

Le proposte non mancano , ma lui non ha mai nascosto una passione speciale per Ballando con le Stelle., show di punta delle reti Rai grazie al quale  Milly Carlucci  accompagna da anni i sabato sera degli Italiani .

Sainato sarebbe perfetto, oltre alla bellezza, il suo caratterino spesso piccante, polemico e controverso darebbe sicuramente filo da torcere ai giudici…

Ma la domanda sorge spontanea:

Gian Maria saprà ballare?

INSTAGRAM: instagram.com/gianmariasainato/

FACEBOOK: facebook.com/gianmariasainato/

SNAPCHAT: snapchat.com/add/iamgianmaria

TWITTER: twitter.com/Gian_Blogger

BLOG:  www.gianmariasainato.com

E-MAIL:  info@gianmariasainato.com

Leggi Ancora
ArteEventispettacolo

L’artista Sandra Menoia Sfila alla quinta edizione di Paillettes Sorridenti.

Sandra Menoia

La pittrice Veneta Sandra Menoia ha partecipato alla quinta edizione di  Paillettes Sorridenti,  avvenuta Sabato 18 Settembre 2021  presso il Teatro Vivaldi a Jesolo.

L’evento ideato da Tiziana Noia che unisce moda e sociale con un fine nobile e benefico, quello di raccogliere fondi per realtà bisognose.

Una Serata di Gala che ha coinvolto imprenditori, Professionisti, Politici, Giornalisti e Campioni dello Sport, oltre ad alcuni rappresentanti del mondo dello spettacolo e delle Arti, facendoli  sfilare nei panni di Modelli e Modelle d’eccezione.

Per l’occasione Sandra ha sfilato con abiti creati da dalla Stylist e Designer Mara Del Cin

  Molti sono stati gli artisti che hanno donato una o più opere per la causa Sandra Menoia  ha donato un dipinto  realizzata nel 2021,

“Diamante “ 

Acrilico su tela

40 x 100

2020

che verrà messa in vendita come tutte le altre opere  attraverso la Fondazione Mazzoleni che in collaborazione con Tiziana Noia , ha deciso di creare una pagina dedicata dove poter trovare le notizie utili a conoscere gli artisti in questione e dove poter acquistare le opere  il ricavato verrà devoluto in beneficenza.

Anche l’Arte, quando è necessario esserci c’è!

Foto di Marino Paoloni

Leggi Ancora
1 2 3 6
Page 1 of 6