close

Design

AttualitàDesignEventi

Forte dei Marmi: Sabato 24 Luglio ore 18 EKAROS – Interior Design Ospita Patrick Abbattista e Pierre Gonalons, designer internazionali.

EKAROS – Interior Design

Sabato 24 Luglio dalle 18

Rossella ed Ekaterina, Interior designers, titolari di EKAROS – Interior Design nel cuore storico di Forte dei Marmi Piazza Marconi, ospitano i due designer internazionali Patrick Abbattista e Pierre Gonalons che contribuiscono da tempo al successo dell’azienda Masiero da sempre contraddistinta da una manifattura esclusivamente Made in Italy, con particolare attenzione ai materiali di alta qualità, una capacità tecnica di sviluppare soluzioni su misura unica nel panorama internazionale e una grande passione per la tecnologia ed il design.

Il design è di fatto un’esperienza, non esiste mai da solo.

Richiede interazione, risolve un problema, crea opportunità, stabilisce connessioni.

Per Patrick Abbattista Fondatore & CEO di Design Wanted, fondamentale è il metodo. Poi, le abilità tecniche dei designer, ciascuno per la propria area di competenza (industrial, visual, etc.), servono a tradurre in prodotto o progetto tale pensiero.

Pierre Gonalons è un designer e architetto di interni con sede a Parigi. Cresciuto a Lione in una famiglia di origine italiana, sviluppa molto presto un gusto spiccato per la storia dell’arte e per il patrimonio culturale francese.

Sarà un piacere conoscere e dialogare con chi ha trasformato una passione in una brillante carriera..

ORE 18 Piazza Marconi 4 Forte dei Marmi

Leggi Ancora
DesignFoto del Giorno

www.artonline20.com ” LAKI BLUE/GREEN1 ” BY CHORUSTYLE

www.artonline20.com

www.artonline20.com presenta

” Laki Blue/Green ” by Chorustyle un atelier che si ispira alla capacità manuale degli artigiani del Rinascimento combinati, tuttavia, con le soluzioni tecnologiche più avanzate.

Oggetto di design in materiale plastico. Finitura in colore: Blue/Green.

Dimensioni L 44,5 x H 52 x P 26,5 cm.

Peso : 2,3 kg. Certificato di autenticità.

Laki è il gatto della fortuna che indica la via per ottenere quello che più si desidera.
per acquistare

clikka qui

www.artonline20.com

Leggi Ancora
ArteDesignModa

Alessandra Luporini: la moda è un intreccio tra arte e design.

Alessandra Luporini

Classe 1982 metà lucchese metà milanese e oggi felicemente sposata e molto mamma in Veneto.

Liceo linguistico, anche se voleva fare l’artistico ma sua madre temeva in future cattive abitudini che poi, dice, aver preso lo stesso…

Polimoda Firenze..stage Gibo ex produttori di Haute Couture. Da Hussey Chalayan a Victor & Rolf 

Nata e cresciuta nell’azienda di abbigliamento e confezioni di famiglia, forse fu“battezzata” dal pittore Gianfalco Masini in un quadro in cui la ritrasse all’età di 3 anni circa seduta per terra in mezzo a abiti tessuti e cravatte …a da li inevitabilmente  la scintilla.

Conosciamo meglio Alessandra Luporini alla quale abbiamo fatto qualche domanda :

Il talento nel mondo delle passerelle conta più dello studio?

Se penso alle esibizioni che facevano i grandi stilisti un’epoca fa posso dire che sulle passerelle sfilava il talento …la massima espressione della loro creatività visionaria  in tempi in cui anche la crudissima politica poteva ispirare.

Oggi lo studio è  fondamentale e basilare …dall’uso perfetto di lavorare tramite pc ..le app e i social ( non so voi ma a me manca terribilmente usare la penna per scrivere, tanto che accanto al Mac metto ugualmente un foglio con una penna dove scrivo la parola chiave o il titolo )allo studio marketing, alla perfezione del figurino , alla conoscenza dell’arte e tanti altri aspetti che un preparatissimo stilista deve avere…quindi potrei dire che ieri si applaudiva il talento oggi lo studio e il talento.

Per parlare di moda è necessario averla vissuta? Studiata? 

Per poter parlare di moda come la interpreto io bisogna averla vissuta.. io la sento e la vedo come una intuizione..poterla studiare è una bellissima fortuna ..

Perché non esistono più le TOP ?

Le Top model bellissime perfette inarrivabili..mondo inaccessibile ..ecco la parola Inaccessibile…oggi viviamo nell ‘opposto tutto assurdamente ACCESSIBILE!

Quindi quel bello che faceva sognare oggi puoi vedere anche quante volte va al bagno.

Politically correct..spero che abbiate tutti guardato i classici Disney perché anche loro hanno dovuto pagare il caro prezzo di essere accessibili e contemporanei con la censura. 

Oggi le top model siamo noi …grazie ai selfie e ai filtri pazzeschi di ig ..tanto fortunate a poterne usufruire …:-) Citerei comunque Irina Shayk, le sorelle Hadid, le nostre bellissime italiane Mariacarla Boscono e Vittoria Ceretti.

Un aneddoto che ricordi con il sorriso?

Parigi ultima sfilata di Valentino Garavani … dovevamo trovare il modo di entrare ..non potevamo perdercela…riuscimmo ad intrufolarci ( io e il mio migliore amico 190 Brad Pitt con i capelli lunghi al tempo …i nostri look erano da passerella perfettamente in stile Parigi snob fashion week ) ..insomma si entra …. Vediamo 2 posti in prima fila ancora vuoti e con molte arie ci sediamo e strappiamo violentemente ma con grande classe i nomi assegnati Elle Australia  ..inizia la sfilata indimenticabile …adrenalinica …. Da quanto siamo stati credibili ci ha intervistati anche Jo Squillo ….che tempi e che ridere ogni volta che ci penso …fu emozionante …

Quando hai iniziato a scrivere ?

Innanzitutto nn sono una scrittrice mi definisco una creativa… diciamo che gli articoli che ho scritto non sono articoli ma mie creazioni …

Al momento sto scrivendo per il magazine PianoPrimo di Lovethesign sezione design, moda e arte. Quando mi immergo in un progetto come nei miei articoli cerco sempre di mandare un messaggio che possa suscitare nel lettore emozioni ma anche senso di appartenenza all’idea o alla proposta . 

Adoro circondarmi di persone creative e di artisti sono intuitiva li annuso e ne traggo ispirazioni e vibrazioni che mi aprono la mente per idee, collaborazioni e connessioni.

Quanto contano i social oggi nel mondo ?

Fondamentali per strategie marketing e economia modiale… le influencer sono delle campagne pubblicitarie che camminano e arrivano più lontano…noi stessi quando facciamo shopping e lo postiamo sui social facciamo pubblicità … per quanto riguarda il lato umano se ben usati possono aiutare a creare una buona immagine sociale e ampliare le conoscenze…sono anche un modo per esprimere il proprio stato d’animo condividendo foto o frasi… e non sentirsi troppo soli…se pensiamo a questo ultimo anno se nn avessimo avuto ig o Facebook o le video chiamate. 

Ci sono anche i lati negativi dei social ma preferisco continuare con tono positivo  ..

Che cos’è per te la moda?

Per me la moda è un’espressione artistica del proprio io e non solo uno strumento commerciale privo di contenuti.

La moda è un intreccio tra arte e design ..la moda è la bellezza …la moda è l’attitudine e lo charme ..la moda è la storia …le persone che hanno fatto moda…la moda è il cinema …e la musica…la moda sono le fotografie di mia nonna quando andava al festival di San Remo con degli abiti pazzeschi ( fra le mie preferite quella con Grace Johns Aveva un abito di piume ) .

Se potessi andare indietro nel tempo, con quale personaggio  ti piacerebbe interagire e perchè?

Forse con Maria Antonietta quella di Sofia Coppola però…o con Leonardo Da Vinci…vi immaginate come sarebbe parlare con un genio poeta illuminato visionario?!

E con Freddy Mercury ..parleremo per ore di gatti suonando il piano..

Cosa pensi dell’editoria di settore?

Credo ci sia stato un grande cambiamento nella proposta e nella comunicazione e grazie all’editoria di settore il canale è diventato più diretto e accessibile. 

“L’editore è molto simile al produttore cinematografico e musicale, ma deve fare in modo che il prodotto finale abbia precise caratteristiche, uno stile, una filosofia.”

Cos’è per te l’arte, e quando si incontra con il design?

L’arte è bellezza, armonia, l’espressione più profonda dei desideri, pensieri, passioni e sentimenti e come tale, regala emozioni a chiunque la osservi e soprattutto a coloro che scelgono di averla nel proprio spazio quotidiano perché nulla completa un’abitazione come un’opera artistica.

Collaborazione con il Digital Artist Mauro Moriconi

Arte e il design appartengono a due mondi apparentemente distinti, che in molti casi però si sovrappongono e si influenzano l’uno con l’altro.

Credo che l’obbiettivo sia creare  un ecosistema in cui design e arte si valorizzano a vicenda, proporre la convivenza di pezzi d’arredo e opere d’arte.

Grazie per il tempo a noi dedicato .

Leggi Ancora
AttualitàDesign

La Dott.ssa Elena Davsar e il Lifecoachdesign®

Elena Davsar

Abbiamo fatto qualche domanda alla Dott.ssa Elena Davasar per conoscere meglio il suo percorso il concetto di Lifecoachdesign® un metodo innovativo che permette una vera e propria esperienza di trasformazione.

Che formazione hai avuto?
Mi sono laureata in giurisprudenza a Mosca, dopo qualche anno avevo iniziato il
percorso di design, completando il master alla Marangoni di Milano nel 2009. In
più ho studiato la psicologia cognitiva, la terapia ericksoniana e il coaching.
Come executive e business coach sono accreditata al livello PCC presso la
International Coaching Federation e ho avuto l’onore di far parte del comitato
direttivo ICF Italia.


Unendo le mie competenze interdisciplinari ho potuto creare un nuovo metodo
di progettazione degli spazi basato sulla personalità del cliente.


Ci spieghi cosa si intende per lifecoachdesign?
E’ un metodo di lavoro con gli spazi che permette di creare tramite l’ambiente un
supporto mirato alla crescita personale e professionale.

Detto in parole più semplici…. diversi studi hanno confermato che l’ambiente di una casa o di un
ufficio ha il potere di influenzare le nostre emozioni e la produttività, aumentare
o ridurre lo stress. Lifecoachdesign® offre una serie di strumenti, il nostro know
how, per creare una proiezione di successo e attraverso micro stimoli influenzare
positivamente le persone. La casa stessa diventa un “coach” che aiuta a
mantenere motivazione e focus sulle priorità, supporta valori personali, riduce le
tensioni e crea lo spazio per esprimere al meglio il proprio potenziale.

Cosa chiede chi si rivolge a te ?
Lavorando con le aziende ci si concentra sul wellbeing delle persone e
sull’efficienza del team. Sala riunione e postazioni di lavoro si allineano con il
modello della cultura aziendale, con punti di forza individuali e di gruppo.

Si riducono i fattori di stress dovuti all’ ambiente e si crea l’atmosfera che permette
di lavorare mantenendo chiarezza e flusso. Ottimizzando le postazioni di lavoro si
può aumentare l’efficienza professionale fino ai 30% , che in termini economici
può avere un significato non irrilevante per il business.
Clienti prima arrivano con delle richieste più legate ai loro obiettivi personali a
lungo termine.

Di solito l’acquisto di una nuova casa va insieme alle nuove aspettative, con il desiderio di prendere il prossimo livello nel miglioramento
della qualità della propria vita, perciò lo spazio dove uno passa quasi la metà del
tempo (e con la modalità “smart working” ancora di più) diventa un alleato
potente, se organizzato in modo giusto.
Per centri commerciali invece le priorità stanno nel avvicinarsi al proprio target
creando spazi e esperienze che favoriscano l’acquisto.

Quali sono i paesi in cui è più inserito questo concetto?
Stati Uniti è uno dei paesi più attenti all’ innovazione nel design e alla psicologia
ambientale. In Italia dal 2005 opera il CIRPA (Centro Interuniversitario di Ricerca
in Psicologia Ambientale).
Approccio psicologico alla progettazione è un trend che si sta creando negli
ultimi anni. Si nota facilmente che l’ergonomia da sola non risponde alle esigenze
del mercato, sempre più orientato alla personalizzazione, e le tradizioni come
feng shui non sono abbastanza flessibili nei contesti interculturali. Questa
consapevolezza ci apre alla ricerca dei metodi innova=vi e universali, facili da
applicare in qualsiasi paese del mondo.


Quanto dura solitamente una consulenza ?
Lifecoachdesign® è un servizio che richiede da 2 a 4 settimane di tempo prima
della progettazione e si svolge in 3 fasi. Nella prima si raccolgono le informazioni
necessari seguendo il protocollo s=le coaching e si effettuano diversi test sulla
percezione individuale dei colori, delle forme, degli scenari di luci e tanti altri
parametri. Questa fase prevede da 2 a 7 incontri.
Nella seconda fase le informazioni raccolte si trasformano nel concept e nelle
mappe sensoriali che vengono testate dal cliente per un breve periodo.
Nell’ultima fase il concept aggiustato si trasferisce all’architetto che conclude il
processo con la progettazione e segue lavori fino alla realizzazione finale.
Le revisioni si fanno ogni 2-3 anni, di solito nei momenti di svolta, per rinforzare
l’azienda e l’individuo nell’affrontare i cambiamenti.
Personalmente io credo nella nuova professione del futuro – chiamiamola
lifecoachdesigner – esperto di progettazione degli ambienti che siano in grado di
influenzare positivamente lo stato psicofisico delle persone

Grazie per le esaudienti risposte

Leggi Ancora
ArteAttualitàDesignIntervisteModaMusica

Alessandro “Fanta” il Binomio Grafico pubblicitario/ Writer diventa professione a ritmo di Hip Hop.

alessandro fanta

Una piacevole chiacchierata con chi è riuscito ad integrare le sue passioni e trasformarle in un attività imprenditoriale di successo..

Il tempo di un caffè con Alessandro Founder di “SOLO STILE

Iniziamo con una domanda semplice , che formazione hai avuto ?

Beh la mia formazione è quella di perito elettrico.

Ma quella vera, è di voler arrivare a prendersi una determinata cosa e farla sua a tutti costi… arriva dalla strada.

Io sono classe 81,

Ho vissuto gli anni 90 , i più belli , quelli dove frequentavo il “MURETTO” a Milano ( punto di ritrovo per tutti gli appassionati del genere hip hop ) tutti i giorni sempre lì a fianco di , b-boy & b-girl , breakers , mc, dj ,writers , tutto bellissimo , anche se dall’esterno siamo sempre stati visti male, con pantaloni larghi , maglie larghe , bandane , cappellini all’indietro, ma ora è il genere più seguito nel mondo e soprattutto in Italia, vuol dire che le battaglie fatte negli anni sono servite a qualcosa.

Io fin da piccolo andavo matto per il disegno, e nel tempo grazie a questa cultura chiamata hip hop sono presto diventato un Writers, e negli anni un grafico pubblicitario.  

Da dove nasce l’idea di creare SOLO STILE ?

L’idea di ”Solo Stile” nasce nel 2010 poi sviluppata e operativa nel 2012.

Ti racconto un aneddoto, un giorno nel dicembre 2011 entro in un negozio a Milano in Viale Monza, porto una mia bandana da stampare, mi fa pagare troppo (eravamo conoscenti con amicizie in comune) esco arrabbiato vado a casa dalla mia compagna e gli dico, tra 1 mese apriamo la nostra attività. Avresti dovuto vedere la sua faccia, a bocca aperta esclamando “èh?” … ancora oggi quando ci penso mi fa sorridere un sacco.

Il giorno dopo vado al lavoro, chiedo di non rinnovarmi il contratto, praticamente mi sono “licenziato” e da lì a un mese abbiamo aperto la ditta.

Cosi sono entrato nel mondo del merchandise, avendo già amici nel mondo artistico, sia cantanti che writers ho cominciato con loro e poi nel tempo siamo cresciuti.

Non smetterò mai di ringraziare Dr.Felix ormai scomparso , sempre nel mio cuore per avermi dato mille consigli e la carica giusta .

Che rapporto hai con i Writer oggi?

Con i writer ci vado abbastanza d’accordo, ancora ogni tanto quando mi chiama qualche amico vado con loro a dipingere, mi diverte molto rincontrare quelli della vecchia guardia alle JAM che si tengono a Milano, è più una scusa per passare del tempo in amicizia. Molti writers vengono da noi per creare la loro linea d’abbigliamento e merchandise per i loro eventi.

Con Prosa Bang e Poms, gli organizzatori dell’URBAN GIANTS a Milano ci si sente spesso, noi come Solo Stile siamo sponsor dell’evento e ci occupiamo di realizzare tutto il loro merchandising.

URBAN GIANTS è forse l’unico evento in grado di radunare in Italia oltre 200 writers da tutto il mondo.

Dialogare con il mondo della musica non è sempre semplice o sbaglio ?

Con il mondo della musica si potrebbe aprire un discorso lunghissimo, ho spesso contatti con artisti direttamente, oppure con i loro manager e le etichette discografiche più conosciute.

Parte degli Artisti del mondo hip hop ho avuto la fortuna di conoscerli da ragazzino e vederli diventare famosi negli anni, e quindi di collaborarci anche oggi.

Spesso hai contatti con l’universo “Musica”, quali sono le richieste più frequenti che ricevi?

Le richieste più frequenti sono di realizzare e stampare le loro idee le loro grafiche su maglie, felpe cappellini e molto altro ancora, ci occupiamo anche della gestione di magazzino, spedizioni ecc…

Quanto conta la creatività nel tuo lavoro?

La creatività conta molto ,  è la base del mio lavoro , e non ti nego che serve anche essere un pò pazzerelli !

Alessandro “FANTA”

Ci piace chiudere questa intervista focalizzandoci sul soprannome “FANTA“, da fantasia, perchè la creatività e i sogni , possono trasformarsi in realtà, se supportati da impegno , dedizione e talento.

Leggi Ancora
DesignFoto del Giorno

A volte ritornato: // LOOVERTITS ROAD //- TITS ARE BACK –

LOOVERTITS

Un progetto che vede la luce nel lontano 2005 .. ospitato in gallerie , musei, locali, piazze, ville, hotel, parchi e strade .. torna con una produzione più “POPolare” che mai , alla portata di tutti !!

Il progetto “Loovertits è frutto di una notte vivace e rivelatrice, è la messa in scena di un sogno chiaro e limpido, come poche volte avviene.

Si dice che la notte porta consiglio, in questo caso ha portato un gruppo di tette nella vita e nella professione di Giuseppe Iavicoli (aka beppe TRX), creatore e art director del progetto.

Il sogno che vedeva come protagonisti  seni giganti, morbidi, caldi, materni è stato tramutato in realtà quello che fino a quel momento era solo una dolce visione è stato reso tangibile per mezzo di una seduta,

A’ Zizz, che è stata presentata in occasione del Salone Del Mobile di Milano nell’aprile 2004.

A’Zizz è una perfetta sintesi di relax, design e pop style.

Leggi Ancora