close

serena fumaria

Attualità

ASSOCIAZIONE @IOSCELGOME: UN VERTICE TUTTO FEMMINILE NELLA LOTTA CONTRO L’ABUSO E LA VIOLENZA

@IOSCELGOME

Dal 1 gennaio 2022 l’associazione #ioscelgome ha un vertice tutto al femminile.
La carica di vice presidente che è stata ricoperta da Valter Giraudo fino all’ scorso anno, è adesso, dopo regolare votazione del consiglio e dei soci, è passata a Giulia Carpaneto.
Un team al femminile che opererà a sostegno delle persone, che subiscono abuso e violenza.
Missione di #ioscelgome e del suo cuore, è comunicare, esplicitare e parlare con chiarezza delle forme di violenze nascoste, con attività, eventi, formazioni, workshop che permettano, attraverso la consapevolezza, la prevenzione della violenza su donne, uomini e bambini.


Insieme alla nuova Vice Presidentessa (attrice e coach; volontaria di #ioscelgome), troviamo come sempre Serena Fumaria, nota coach, scrittrice e YouTuber nel ruolo di Presidente, e Rosalba Del Monte, formatrice, nel ruolo di Segretaria.
#ioscelgome e i volontari danno il benvenuto a Giulia!

www.serenafumaria.com
www.ioscelgome.it
You tube channel: Serena Fumaria

#ioscelgome è un progetto nato per il recupero delle vittime di abuso psicologico e violenza psicologica e/o fisica.
L’obiettivo finale è quello di ispirare coraggio, comportamenti etici e nuove prospettive di vita sostenibili per le comunità.

Leggi Ancora
Libri

Le Favole Di Margot Vol.1

Le Favole Di Margot

Serena Fumaria ha pensato di fare un “regalo sociale” ai bambini, scrivendo un libro a “4 zampe” con Margot.

Margot era la sua gattina amata  come fosse una bimba.

Per ricordarla e per renderla “una voce dolce” ha scritto alcune fiabe che sono diventate questo Libro!

“Le Favole di Margot” e’ una raccolta di fiabe per tutti quei quei bambini che vogliono sognare, divertirsi e colorare i personaggi delle storie raccontate da una gattina molto speciale e molto saggia!

Un drago timido, una tartaruga volante, un dinosauro che ama i dolci, due alieni speciali e un cagnolino tuffatore…

Tanti simpatici amici che rallegreranno le vostre letture!

Le autrici hanno deciso dì devolvere il ricavato totale dì questo libro all’associazione “ #ioscelgome! che sostiene gratuitamente le persone che subiscono abusi.

www.ioscelgome.it

Clikka QUI per acquistarlo

Leggi Ancora
AttualitàLibri

“La Felicita’ NON è un caso”, di Serena Fumaria e Valter Giraudo.

La Felicita' NON è un caso

Come si vive la vita dei propri sogni?

Come si migliorano finanze, relazioni sentimentali e attività lavorativa?

Come si ottiene da noi stessi il massimo potenziale?

ll modo più efficace per migliorare la nostra vita in ogni campo, è agire in piena volontà, e non aspettarsi una soluzione dal mondo esterno.

Bisogna avere il coraggio di cambiare consapevolmente il proprio atteggiamento nei confronti della situazione, creando un cambiamento in noi stessi.

Perché? Perché ciò che parte da noi, dipende da noi! La decisione consapevole è il nostro più grande potere.

A questo punto vorremmo porti una domanda:

“Ti sei mai fermato a riflettere su quale sia il tuo ruolo nella società?

Il tuo posto nel mondo?

A quali siano i tuoi sogni?

In questo libro troverai le ispirazioni, le teorie, le esperienze che ti daranno la tua nuova direzione verso la vita che desideri. Diventerai il responsabile della tua nuova esistenza, della realizzazione dei tuoi desideri.

Si, perché siamo noi stessi i veri responsabili del nostro cambiamento consapevole e soprattutto della nostra capacità di essere coerenti per costruirci intorno un mondo migliore, partendo proprio dalla nostra vita.

Ricordati che non è mai troppo tardi per cambiare in meglio la tua vita.

Leggi questo libro con “avidità”, comprenderai come fare cambiamenti interiori ed esteriori che ti porteranno a sentirti realizzato, felice e in pace con te stesso.

Benvenuto nel cammino verso la tua felicità…

Serena e Valter

Per acquistare il Libro Clikka QUI

CANALE youtube di Serena Fumaria

Leggi Ancora
Attualità

IL 21 MARZO 2021 PARTE IL WORKSHOP DI FORMAZIONE COMUNICARE ASSERTIVAMENTE COME FORMA DI LIBERTA’ E FELICITA’, Tenuto da Serena Fumaria e Valter Giraudo

serena fumaria

ALLA BASE DELLA FELICITA’ DI OGNI ESSERE UMANO C’E’ UNA GIUSTA COMUNICAZIONE.

COSA SIGNIFICA COMUNICARE? VUOL DIRE PENSARE, AGIRE E ESPRIMERSI IN MODO ASSERTIVO E RISPETTOSO PER SE STESSI, AVERE UNO SPAZIO NELLA VITA DEGLI ALTRI, VIVERE E ESISTERE IN MODO CONSAPEVOLE.SPESSO CAPITA DI SENTIRSI INCOMPRESI, SI FA FATICA AD ESPRIMERSI, O CI SI SENTE FRAGILE E MANIPOLATI, PROPRIO PERCHE’ IL NOSTRO METODO COMUNICATIVO NON E’ FEDELE ALLE NOSTRE NECESSITA’ O AI NOSTRI PENSIERI.IMPARARE A COMUNICARE IN MODO CORRETTO, RISPETTOSO PER SE STESSO,

E’ ALLA BASE DELLA NOSTRA FELICITA’ POTRAI ESSERE LIBERO DI COMUNICARE SENZA ESSERE FRAINTESO!PROPRIO IN MERITO A QUESTO ARGOMENTO,

IL 21 MARZO 2021 PARTE IL WORKSHOP DI FORMAZIONE PER COMUNICARE ASSERTIVAMENTE CON SERENA FUMARIA E VALTER GIRAUDO, ENTRAMBI FORMATORI E DOCENTI UNIVERSITARI.TRE ORE DI FORMAZIONE , ESERCIZI E CRESCITA PERSONALE…PER PRENOTAZIONI:

RLC.COACHING.IT@GMAIL.COM

Leggi Ancora
ArticoliAttualità

JONATHAN KOGASSO, un talento nella vita e sul ring

JONATHAN KOGASSO

Jonathan Kogasso dal  Congo in tenera età si è trasferito dagli zii in Lombardia dove vive ancora oggi.

Ha 25 anni , disciplina ferrea grande motivazione e forte senso dell’onore disegnano il suo profilo, caratteristiche fondamentali  per la sua carriera di Pugile.

Il suo punto di forza è essere stato in grado di unire  la parte tecnica dell’allenamento fisico a quella innovativa legata all’ “allenamento mentale”.

I suoi allenatori oggi sono l’ex campione Vincenzo Gigliotti, che cura la sua parte atletica e la tecnica, che lo segue da sempre , e Serena Fumaria, Mental Coach professionista, che segue la parte mentale e la gestione degli obiettivi, l atleta viene  seguito per la parte medica e tecnica da professionisti e tecnici del settore.

Jonathan, viene dalla Repubblica democratica del Congo, precisamente Kinshasa, e ha un grande sogno…

All’età di otto anni ha lasciato la sua terra, con i suoi genitori e fratelli.

Non è stato  facile spiegare per lui e comprendere per la sua famiglia  la ragione del suo viaggio.

Il suo indiscusso talento sul ring  lo mette in gioco per se, la sua famiglia, con il pensiero di poter aiutare anche  le persone che hanno un bisogno economico , ma anche  morale.

Questo è il suo sogno.”

“E’ entrato in palestra a Voghera e trovandosi davanti a storie sportive importanti, (Parisi e Gigliotti tra tutti).

Complice la sua innata attitudine e il suo fisico si è appassionato da subito questa disciplina e solo dopo aver iniziato a praticarla è venuto a conoscenza che anche nella sua famiglia, papà e fratello, l’avevano praticata.

Nella box le prime difficoltà sono legate alla costanza negli allenamenti alla disciplina dentro e fuori dalla palestra”

“Ha cominciato nel 2014 e dopo un anno ha disputato il suo primo match perdendolo.

Oggi, dopo vari tornei nazionali ed internazionali il suo percorso conta  50 match disputati di cui 39 vinti , 20 per KO, 10 persi è un pareggio”

“Per lui la tecnica può essere rappresentata come uno stile di vita, un fraseggio pugilistico di alto livello e bellezza nei movimenti ed intelligenza strategica sul ring.

Il suo  allenatore è Vincenzo Gigliotti, noto ex pugile e campione della sua categoria con Vincenzo si allena dopo l’orario di lavoro nella palestra di Voghera che si chiama “Box Station”, lavorano insieme per circa un’ora e mezza ogni sera, tranne giovedì e domenica pomeriggio.

Nella preparazione alterna una settimana di carico con pesi a una settimana di tecnica e resistenza, 20 giorni prima del match concludono con un lavoro in scarico e di sparring.

In una disciplina come il Pugilato Mantenere un equilibrio mentale è essenziale per affrontare gli ostacoli e le incertezze che si possono rivelare durante il percorso.

Un ottimo focus dà la giusta motivazione per dare il massimo fuori e dentro al ring.

Così come Vincenzo Gigliotti e altri tecnici seguono la sua parte di allenamento e quella fisica,  JONATHAN  ha scelto di essere seguito dalla Mental Coach, Serena Fumaria, alla quale ha affidato la sua parte  di formazione e crescita personale che lo aiuta  ad avere una maggiore lucidità maggiore sui suoi obiettivi.

Così come nell’allenamento fisico costante, l’allenamento mentale crea un cambiamento interiore e migliora inevitabilmente i risultati.

Attraverso gli incontri con la Mental Coach Serena Fumaria ha  capito che nella vita bisogna essere in grado di soffrire, ma quando ottieni dei risultati che  gratificano, niente può fermarti, e loro stessi diventano stimoli importanti .

Per JONATHAN la violenza è qualcosa che si subisce senza il proprio consenso la boxe ha regole e la sua funzione non è quella di fare male a qualcuno che è indifeso o più debole, ma è uno scontro ad armi pari tra due persone.

Il suo obiettivo primario è diventare campione italiano, successivamente qualificarsi per le olimpiadi, ed infine diventare campione del mondo.

Può suonare presuntuoso quando appena scritto, ma come sostiene Serena Fumaria pensare  in grande è il primo step per trasformare un sogno in realtà

JONATHAN  , quando gli vengono chiesti consigli da dare a chi volesse intraprendere  questa carriera sottolinea sempre di  avere cura del proprio corpo e della propria mente , facendo  si esercizi fisici , ma leggendo anche leggendo  libri per tenere attivo il proprio cervello e lo sviluppo cognitivo.

Eliminare i vizi come l’alcol e dimenticare qualsiasi utilizzo di droghe, anche le più leggere che sono comunque veleno per il  corpo.

Jonathan in particolare quando incontra  situazioni legate al fenomeno negativo del bullismo, non gira la testa dall’altra parte, essere in grado di combattere sul ring, può diventare stimolo per combattere senza violenza questo male invisibile.

Jonathan ha trovato la propria strada e ha intenzione di percorrerla fino in fondo. È un uomo che ha a cuore la vita degli altri  e il suo obiettivo è diventare un grande campione, un uomo di rispetto per poi essere un esempio positivo per molti, per dimostrare che si può arrivare con impegno, anche a traguardi che sembrano essere impossibili.”

Leggi Ancora
AttualitàInterviste

4 chiacchiere con Serena Fumaria.

serena fumaria

Si occupa di business development, pubbliche relazioni professionali, strategia di sviluppo, gestione commerciale e comunicazione. Presidente dell’Associazione “IO SCELGO ME” finalizzata ad aiutare più persone possibili ad uscire dalla condizione di vittima di violenza e/o abuso, di qualunque forma.
E’ autrice di libri, scrive per testate giornalistiche e web, opinionista radiofonica e pittrice per passione. ed è Ex Modella Professionista e proprio da qui iniziamo a chiacchierare con Serena Fumaria

Primo contatto con la moda?
Avevo più o meno 18 anni, vinsi un concorso e iniziai a lavorare per un’ agenzia internazionale.

Quando hai capito che sarebbe diventata professione?
Quando il telefono “squillava” per confermare lavoro, quando non servono  i casting infiniti per essere confermati, significa che la richiesta è per il “ genere che rappresenti”.

Perchè non esistono più le top ?
Le top furono e resteranno sempre un fenomeno di riferimento di quegli anni, oggi sono state “ sostituite” da Bloggers, Influencers, personaggi che rappresentano la new generation.

Un aneddoto che ricordi con un sorriso?
Quando, durante una prova abito, ovviamente non volendo, ho dato una gomitata in faccia a John Richmond! Ero davvero terrorizzata! Ma lui, che è davvero molto carino, sdrammatizzò immediatamente e finì tutto in una bella risata e un occhio nero, il suo! 

Per stare davanti ad un obiettivo o in passerella, talento o studio?

Credo sia un mix di cose. Il palco lo hai dentro. Soprattutto in sfilata, per emergere ci vuole senza dubbio personalità, altrimenti si resta, anche se bellissime, una delle tante, come si vede oggi, in cui l’abito è diventato unico padrone della scena a scapito dell’ immagine della modella o del modello stesso.

Cos’ è per te la moda?

Espressione, contemporaneità, show, luci, forza, economia, bellezza, arte.

Quando hai deciso di scrivere il tuo primo libro?
Scrivo da tutta la vita, storie, poesie, racconti… il primo libro che ho poi pubblicato e ha vinto il premio Letterario nel 2018, è stato scritto 9 anni prima, dopo qualche anno nel cassetto, convinta da chi lo ha letto l’ho pubblicato ed è piaciuto molto! “ Diario di una hostess”.


Hai creato un’associazione che aiuta le vittime di violenza, da cosa è  nata questa  esigenza?
Sono stata a mia volta una vittima, volevo aiutare a comprendere e a prevenire questo fenomeno ancora troppo presente nel mondo.


 l’immagine oggi è ancora un biglietto da visita importante ?

Io credo che soprattutto oggi sia diventato il primo biglietto da visita, che sia giusto o sbagliato, non lo sto a sindacare, ma in un mondo di social temo sia la“Pubblicità” di ogni persona.

Quanto conta la comunicazione oggi?
Molto ovviamente, anche se spesso viene definita comunicazione, la forma più sbagliata della stessa, resta la più grande arte dell’essere umano. 

Grazie Serena , questa volta abbiamo parlato un pò del tuo trascorso nel fashion System, ma la prossima chiacchierata la dedicheremo a www.ioscelgome.it

Grazie per la tua disponibilità

Leggi Ancora