close

parioli milano

LussoMusicaspettacolo

La Parola a Ben Dj : Perché un DJ lavora tanto e uno meno ?

ben dj

Nasce “La Parola passa a Ben Dj” mini rubrica, che WL-Magazine dedicata al DJ Internazionale con piacere, considerato il suo seguito e la sua continua ascesa nel mondo della buona musica e il suo carattere che lo porta spessissimo a dire la sua .

Possono essere semplici frasi, considerazioni o commenti, insomma, appunto, La Parola Passa a Ben Dj.

Per capire la bravura di un Dj sono poche le regole:

  1. Quanta gente lo segue dove va a suonare
  2. Quanta gente si diverte
  3. Quanta gente balla
  4. Quanta gente usa Shazam per cercare e ricordare la tua musica

Semplice no?

Quando mi chiedono perché lavoro tanto , la risposta appare evidente …

Parola di Ben Dj

Estate 2021 TIC TIC TAC

Ben Abdallah Taoufik, per tutti  Ben DJ,  nato a Tunisi ha lasciato il suo paese natio quando era ancora molto piccolo è cresciuto professionalmente a Milano, costantemente in viaggio in luoghi splendidi dove suona la sua musica nei locali più esclusivi di tutto il mondo

Una caratteristica che lo contraddistingue da sempre è la schiettezza e il suo modo diretto di esprimersi, che causa un Italiano non ancora perfetto, il suo alfabeto internazionale lo ha costruito dietro alla consolle, può sembrare fin troppo pungente, ma anche questo è BEN DJ.

Leggi Ancora
AttualitàFood & BeverageLusso

Francesca Leggieri, la padrona di casa al Parioli Milano.

francesca leggieri

Conosciamo meglio Francesca Leggieri, il cuore del ristorante Milanese “Parioli Milano”. un luogo dove l’ atmosfera ricorda il Film “La Grande Bellezza”, in cui la cucina è quella della tradizione italiana, con ovviamente un occhio di riguardo per i piatti tipici Romani, e dove la protagonista è sempre anche la buona musica.

Una passione la sua ,per la cucina semplice e genuina della “sua” Roma e l’amore per il quartiere delle sue origini, i Parioli,

Primo incontro con la cucina?

Il primo incontro con la cucina risale alla mia infanzia verso gli 8 10 anni  quando aiutavo mia mamma ma soprattutto mia nonna in cucina a fare la pasta fatta in casa.

Sono nata e cresciuta in una famiglia dove il culto del buon cibo era fondamentale

Conservo ancora il ricordo dei momenti passati con mio nonno paterno al mercato del pesce , gli odori profumi i rumori sono stati parte integrante della mia infanzia.

Più importante l’estetica o il gusto?

L’estetica o il gusto , ti direi il giusto equilibrio di entrambi non bisogna mai sottovalutare il piacere visivo che deve essere sublimato da quello gustativo ovviamente.

Che rapporto hai con i clienti?

Non amo il termine clienti perché lo trovo riduttivo li considero piu’ come ospiti , il mio ristorante é come la mia casa , spesso mi capita che i clienti diventino poi dei veri e propri amici.

Quanto conta il prodotto in cucina?

Il prodotto in cucina é il fulcro attorno al quale tutto ruota, é la base  e che ti permette di perdurare nel tempo, certo la qualità del prodotto da sola non é sufficiente va corroborata con la cortesia , la gentilezza ,l’attenzione ai dettagli e la professionalità e ultima ma non meno importante l’organizzazione. 

Perchè hai deciso di aprire a Milano?

Ho deciso Milano per ragioni di cuore

Come scegli il personale?

Per quanto riguarda la scelta del personale prediligo collaboratori che hanno già una solida esperienza nel settore della ristorazione e poi non le nascondo che vado molto a feeling. Per me é primordiale creare un team coeso e pronto ad fare squadra.

Grazie per il tempo che ci hai dedicato

Leggi Ancora