close

arte

AttualitàLibri

La Palermo Male: un libro blasfemo di Vincenzo Profeta , co-founder Laboratorio Saccardi

vincenzo profeta

La Palermo Male è un libro blasfemo, che travalica tutti i limiti del buon gusto e della decenza.

Si tratta di venti racconti dalla scrittura sincopata a tratti schizzoide, privi di una vera e propria  narrazione lineare.

Massoni, alieni, terrapiattisti e satanisti, sogni distopici e viaggi allucinogeni indotti dalle droghe: la coscienza del narratore è “hacke – rata” da idee deliranti, si abbando – na senza più anticorpi nella spirale delle teorie del complotto, in un trip folle e lucido a intermittenze.

Il libro stesso sembra essere posseduto da un software in perenne stato di bug, che gli fa da cornice, e dove fanno ir – ruzione le icone dei videogiochi anni ’80 e i pop-up dei più recenti social network, ma anche errori di codice, passati sistemi operativi e nuovi al – goritmi.

Un libro che contiene un vi – rus, ideologico e ideografico.

La Palermo Male racconta un disagio cronico , che cerca di trovare risposte, a domande mai fatte…

Vincenzo Profeta nasce a Palermo nel 1977.

Fonda insieme nella sua città natale, Palermo, il «Laboratorio Saccardi», tra i collettivi artistici piú importanti e attivi a livello nazionale.

Ha alle spalle oltre 15 anni di carriera artistica e tantissimi progetti – visivi, visionari, poetici e di scrittura e critica sociale.

Si interessa da sempre ai fenomeni di nicchia, alle voci underground, decisamente “unconventional“, in ogni sua espressione artistica e non .

Per acquistare il Libro ecco il link

su GOG Edizioni ecco ALCUNI ALTRI LINK UTILI, FELTRINNELLI : https://www.lafeltrinelli.it/…/palermo-male/9788885788442 MONDADORI: https://www.mondadoristore.it/La-Palermo…/eai978888578844/ AMAZON : https://www.amazon.it/Palermo-male-Vincenzo…/dp/8885788440

Leggi Ancora
Foto del Giorno

Marco Eugenio Di Giandomenico

Marco Eugenio Di Giandomenico

…Scrittore, critico dell’arte sostenibile, economista della cultura, esperto del terzo settore e di Corporate Social Reporting (CSR), titolare di incarichi accademici presso università e accademie di belle arti italiane ed estere tra cui l’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano e l’ARD&NT Institute (Accademia di Belle Arti di Brera e Politecnico di Milano) e molto altro….

Leggi Ancora
ArteAttualitàFoto del Giorno

Nasce AW ArtMag

AW ArtMag

AW ArtMag punta sulla qualità: dei contenuti, della scrittura, della grafica.

Uno sguardo importante verso l’internazionalità sottolineata dagli argomenti, dalla traduzione di ogni articolo in lingua inglese, dalla diffusione anche nelle edicole delle principali capitali europee.

Copertina dedicata a Fabrizio Plessi

Editore e Direttore responsabile della neonata AW ArtMag è Lorella Pagnucco Salvemini.

Leggi Ancora
ArteFotografiaOpera del Giorno

Dalla serie: NOI SIAMO Ciò CHE RICORDIAMO DI ESSERE STATI di Matteo Bosi.

matteo bosi

L’artista è’ andato in cerca di documenti e scatti che evocassero memorie perdute, volti scomparsi, storie dimenticate da far riemergere, quasi come un rabdomante, in superficie, rivelandone tutta la freschezza e vitalità nascoste dall’abisso dell’oblio…

.Matteo Bosi è nato nel 1966 a Cesena.

Ama sperimentare e per questa ragione il suo lungo percorso artistico è caratterizzato da una continua ricerca.

Utilizza molteplici strumenti espressivi. È alla fine degli anni ‘80 che comincia a lavorare con la fotografia analogica, arrivando in pochi anni ad utilizzare anche le tecniche digitali…

Galleria d’Arte di riferimento: Secret Art Ltd London

Leggi Ancora
IntervisteMusica

Numa Echos: i differenti volti dell’arte.

NUMA ECHOS

Dialogo oggi con Numa Echos, artista poliedrica, il cui mondo ruota intorno a musica, poesia e fotografia.

Hai iniziato a scrivere poesie molto piccola, cosa ti ha spinto ai versi piuttosto che alla prosa?

Il fatto che tra la poesia e la musica ci fosse una connessione più forte rispetto alla prosa e che fosse maggiormente evocativa. Il mio percorso letterario ha comunque subito un’evoluzione negli ultimi anni. Il mio ultimo libro “S-Heaven: Sea Of Heaven” (Il Seme Bianco / Castelvecchi Editore – 2018) è un romanzo breve sebbene sia caratterizzato da una certa “poetica” narrativa.

Hai collaborato alla realizzazione di “  Teorema del corpo: donne scrivono l’eros”. Mi racconti l’eros dal tuo punto di vista?

Il mio concetto di eros è molto vicino a quello filosofico originale, ossia carica vitale che trasporta il pensiero e permette l’unione tra la materia e il trascendente. Penso che sia errato semplificare un concetto così ampio e totalizzante e ridurlo all’attrazione sessuale come capita comunemente e che si debbano valutare le connessioni tra corpo e mente e l’universo che ne scaturisce.

Poesia e musica, due mondi differenti, ma solo all’apparenza. Tra i due vi è una concatenazione, vuoi entrare nel merito?

E’ ovvio che tra poesia e musica ci sia una connessione fortissima dall’antichità fino ai giorni nostri, ai grandi cantautori del 900 o alla poesia sonora. Una connessione che va oltre il rapporto tra il significato semantico e il suono dei fonemi o le leggi metriche che caratterizzano la poesia.

Penso che musica e poesia siano i mezzi più efficienti a livello evocativo e di diffusione del pensiero e che la loro interconnessione sia esplosiva.

Artisticamente, possono incrociarsi? Se sì, in quale  esatto momento?

L’arte si fonda su elementi apparentemente contrapposti; la luce e il buio, il colore e l’assenza dello stesso, il suono e il silenzio, il corpo e lo spirito e via discorrendo. Il silenzio ha un ruolo fondamentale in ogni genere di produzione sonora, non è assenza di suoni ma è suono stesso, inafferrabile ed inconsistente ma senza la sua antitesi il suono perderebbe significato.

Penso che la situazione ideale sia rappresentata dal raggiungimento di un equilibrio, e tale equilibrio sia raggiungibile intersecando elementi contrapposti. Se potessi proporre un percorso di studio alle istituzioni scolastiche promuoverei l’analisi del silenzio, delle interazioni con lo stesso e del mondo che circonda il lato oscuro del suono.

Luce e tenebra, spirito e materia, riconducono a un conflitto. Ti sei mai sentita o ti senti in conflitto con te stessa?

Certamente. Penso che sia davvero difficile raggiungere uno stato di equilibrio nel quale elementi contrapposti siano coesi e perfettamente “armonici”. La conflittualità  permette l’evoluzione del pensiero e conduce alla “creazione”.

Quanto i processi psichici incidono su una creazione artistica?

Qualsiasi creazione artistica deriva dall’elaborazione di percezioni, sensazioni, memoria ed ogni altra funzione psichica. L’azione e la creazione sono il risultato tangibile o evanescente di tale processo.

Grazie Numa

Mara Cozzoli

Leggi Ancora
ArteOpera del Giorno

il Profilo continuo del Presidente

il Profilo continuo del Presidente

il Profilo continuo del Presidente  Opera creata dal Laboratorio Saccardi

(liberamente ispirato all’opera più famosa di Renato Bertelli),

“PROFILO CONTINUO DEL DUCE” OPERA ORIGINALE IN “TERRA DI SIGNA” REALIZZATA E FIRMATA DA RENATO BERTELLI NEL 1933.

in cui Berlusconi stesso entra nella storia, assorbito in una storia artistica parallela.

Profilo Continuo del Presidente misura : 24x24x26 cm tecnica : Bronzo Adesso presente nella Collezione del Mart di Rovereto  creata da Laboratorio Saccardi ,2016
Leggi Ancora
AccessoriArteArticoli

Ingranart , il Tempo da indossare

ingranart

Il coraggio di lasciare lasciare il certo per l’incerto, da qui nasce Ingranart

Simona Della Bella ha un passato da atleta della Nazionale Italiana di nuoto sincronizzato, laureata  in Filosofia e dopo un Master in Bocconi, incominciò a lavorare in una Multinazionale farmaceutica  fino al 2013, quando decise di dare una vera svolta alla sua vita.

Mentre lavorava in azienda, aveva già cominciato a fare sculture (suo nonno era scultore), ma ormai sentiva era chiaro che la sua testa era altrove .

Decise ,così, di lasciare l’azienda e di seguire il suo  sogno di creatività e di arte: ha cominciato a studiare, sperimentare, passando dalla produzione di sculture, a pitto sculture create con ingranaggi meccanici e di orologi.

Come spesso accade, fu il caso a regalare consapevolezza a Simona :

Una sera all’inaugurazione di una mostra, indossava un suo gioiello  creato (quasi per gioco) con alcuni ingranaggi e , fu in quale momento che si rese conto che molte persone  rimasero colpite da quello stranissimo gioiello!

All’inizio realizzava ogni pezzo da sola, chiusa nel suo laboratorio, a sperimentare, provare, andare alla ricerca di orologi o sveglie antiche.

Tanti furono i tentativi, alcuni buoni altri un po’ meno, ma l’idea era decisamente nuova e ha perseverato. anche perché , oltre ai complimenti, seguendo il detto che il miglior complimento per un artista è comprare una sua opera,  la gente iniziava  a comprarli.

Dopo varie  fiere e inviti a contest di settore, iniziarono ad uscire i primi articoli  sui giornali che raccontavano la sua storia e il target di clienti iniziava ad essere ben definito.

A questo punto decise di iscriversi alla Scuola Orafa Ambrosiana per apprendere anche le tecniche di base che sono necessarie per chi vuole crescere e migliorare e far diventare un passione una professione

La founder di IngranArt ha creatoil brand  per poter realizzare piccole opere d’arte da indossare, piccole sculture  ricercando con cura e riutilizzando ingranaggi di orologi antichi.

Le line di produzione sono 2 IngranArt for Man e IngranArt for Woman ma il cuore della Fondatrice del Brand lo troviamo in IngranArt for Your Time, dove crea gioielli su commissione, sui quali e nei quali inserisce, sapientemente ,pezzi di storia legati al committente scegliendo i giusti ingranaggi provenienti da  orologi vecchi di famiglia non più funzionanti, ma di indubbio e  grande valore affettivo, ed è qui che nasce l’opera unica di Simona Della Bella , che reinterpreta e plasma il passato per donare una nuova vita ad oggetti che molto hanno ancora da raccontare.

Il tempo passato può tornare a vivere e ad essere indossato. Per ogni singolo gioiello scrive una storia che racconta a chi lo indossa il significato della sua simbologia.

In piazza a Morgex una sua  scultura è stata scelta e posizionata  “La rivolta del Tempo” realizzata con le lancette del campanile della chiesa ottocentesca del paese e che rappresenta la sintesi della filosofia Ingranart.

Leggi Ancora
ArteFoto del GiornoFotografiaOpera del Giorno

Dagli “Intoccabili” progetto fotografico di Erik Ravelo Suarez

erik ravelo suarez

Erik Ravelo è un direttore creativo e artista multimediale pluripremiato,
nato a L’Avana, Cuba nel 1978. Ha studiato all’Accademia Nazionale di Belle Arti di San Alejandro. All’età di 18 anni fuggì da Cuba per perseguire i suoi sogni di lavorare liberamente come artista..

….Ha collaborato per 14 anni con Fabrica. ( la miglior creatività firmata Benetton )Erik ricorda quei 14 anni come un periodo che gli ha dato tanto e che gli rimarrà nella memoria per sempre. Una sorta di campo di allenamento fortissimo e sicuramente un posto per il quale, e nel quale ha lasciato anni preziosi della sua vita….
Tutta la sua vita artística di quegli anni è’ rimasta la’, e da allora non guarda più nessuna di quelle 30 opere che tanto amava; quando ci pensa, le sensazioni si mischiano fra Amore e dolore…..

Leggi Ancora
1 2
Page 2 of 2