close
eccellenze italiane

La Villa di Melazzano, RACCONTATA DA GIANLUCA SANSONE FOUNDER WWW.CHINEURDECHATEAUX.COM

La Villa di Melazzano
La Villa di Melazzano

Dall’alto della vallata giungo sino all’ingresso ed ecco subito quel bel cancello che ad un magico sentiero leggermente in salita apre la vista.
Intravedo già i meravigliosi alberi secolari ed il fascino della villa, Lisa si presenta a me con quel suo fare armonioso e sereno.
Non appena esco dall’auto un particolare senso di poesia mi avvolge, questa splendida villa domina la valle, e fu costruita sulle antiche mura del castello.
Da li a poco avrò il piacere di ammirare il paesaggio anche dalla inebriante vista che le finestre nelle varie stanze regalano,
ma ecco che Lisa mi accompagna dapprima nel grande salone per poi mostrarmi le altre stanze che al piano terra riempiono la villa.

Mi racconta subito del bisnonno Giuseppe, proprio colui che vinse importanti premi per quell’elisir di lunga vita conosciuto nel mondo intero, persino una medaglia d’oro nel 1911 all’esposizione internazionale di Torino porta alla famiglia
Anichini la conferma di quel retaggio del Chianti presente sin dal 1427.
Trascorrere il tempo a Villa di Melazzano è come essere in una favola e le parole di Lisa corrono dolci nella mia mente come all’ascolto di una poesia.
Che magia in quei ricordi: il pianoforte che la nonna suonava melodiosamente, il tempo delle vendemmie, le gustose ricotte del pastore, e l’immenso senso di libertà che qui regnava.

Che magico privilegio che ho nel compiere, come Chineur de Châteaux, questo fantastico compito di narrare i ricordi e le emozioni dei proprietari di questi appassionanti luoghi.
Ecco che inizia allora il nostro viaggio all’interno della Villa, stanza dopo stanza, decoro dopo decoro, un’opera intera di grande poesia.
Gli antichi affreschi, il cassettonato dipinto di quell’affascinate rosa, i fantastici decori del camino in marmo, e la dolcezza di una culla dell’ottocento.
Attraversare le porte costituite dalle massicce mura dentro la villa mi immerge deliziosamente in un lontano passato, sino ad addirittura quello dell’anno mille.


Anche solo lo sguardo passa oggi oltre l’antica feritoia che fa viaggiare subito la mia immaginazione di quando un tempo proteggeva gli abitanti del castello.
Ma ben oltre la meraviglia portano invece le piccole finestre sulla vallata che nelle affascinanti stanze fanno vivere in pieno la favola di questa fantastica villa.
E tra misteri e leggende Lisa continua ad accompagnarmi nella visita che dopo le stanze si porta sino alla cappella e poi alle cantine.
Ma ecco che un piccolo balcone al piano terra riempie di gioia l’animo romantico, perché protetta da una ringhiera d’altri tempi con quella sua doppia scalinata in esterno.
Giunge allora a noi oggi il dovere di far risplendere questa villa pronta a mostrare a chiunque la visiti la voglia di vivere una poesia di altri tempi.

WWW.CHINEURDECHATEAUX.COM

Tags : CHINEURDE CHATEAUXLa Villa di Melazzano

Leave a Response