close

dominika zamara

Musicaspettacolo

Festival Internazionale di Musica da Camera

Dominika Zamara

Domenica 12 maggio, alle ore 21:00 si terrà presso Santuario della Madonna del Pianto, Via Madonna del Pianto, 24021 Albino BG, il Concerto che vedrà Impegnati un Duo d’eccezione soprano Dominika Zamara e il Maestro Ennio Cominetti, il Duo di ritorno dal tour in Polonia si esibirà in concerto per le Celebrazioni Mariane. Un viaggio onirico a ritroso nelle epoche passate per riscoprire repertori e compositori che ne hanno fatto la storia di questo filone musicale e senza tralasciare dei risvolti contemporanei.

Un’immersione in una magia sonora creata dal sapiente tocco del Maestro Cominetti e dalla vellutata della Zamara.

Ingresso libero

L’ evento programmato all’interno delle “Settimane Diocesane della Cultura” con il Patrocino del Comune di Albino con la collaborazione di A.Gi.Mus. Lombardia (MI) e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Direzione Artistica del M° Donato Giupponi

Leggi Ancora
Musica

U.S.A : il soprano Dominika Zamara incanta il pubblico della Carnegie Hall.

dominika zamara

Il quattro aprile scorso, abbiamo assistito al debutto del soprano Dominika Zamara presso la Carnegie Hall di New York, una della Sale da Concerto di maggiore rilevanza a livello mondiale. Molti sono le celebrità che hanno calcato questo palco, a esempio: Maria Calas, Antonín Dvořák e molti altri.

Il concerto rientrava nella quinta edizione del “Progressive Musicians and Sound Espressivo”, ha visto l’alternarsi di vari artisti, con repertori dal barocco al contemporaneo, la quale ha soddisfatto i gusti del pubblico che gremiva la sala. Una staffetta che nella quale si sono alternati vari musicisti, con diverse interpretazioni, frutto del loro vissuto artistico.

 Una promiscuità di generi e stili che ha fatto breccia nel profondo dell’animo dei spettatori, questo è il fine ultimo dell’arte, soprattutto la musica, una forma astratta, godibile anche ad occhi chiusi.

Un linguaggio universale, che accompagna l’uomo dall’alba dei tempi.

Nel suo dna sono impresse le le mode, la storia, il superamento di barriere culturali, serve diffondere messaggi, ideali e ad essere un linguaggio di inclusione. Per citare Enzo Bosso “La musica è come la vita: si può fare in un solo modo, insieme”.

Il nostro focus è stato sul concerto della Zamara alla Carnegie Hall con l’accompagnamento dell’orchestra New York Chamber Players e l’impeccabile direzione del Maestro Giacomo Franci. La Zamara con il la sua voce ha saputo rapire il pubblico. Ha esordito con arie di Mozart, per terminare con la composizione del Maestro Wieslaw Rentowski, in prima mondiale l’aria “Agnus Dei” dalla Messa per Giovanni Paolo II.

Al termine è stata premia da Joe Morinelli host di Radio Italia Philadelphia.

Altri ospiti: i direttori Giacomo Franci, Alan Freiles, Paolo Scibilia, esecutori: Dominika Zamara soprano, Anastasiya Squires flauto,

Leggi Ancora
Musica

Dominika Zamara: dall’Italia alla Carnegie Hall, nel segno della musica.

dominika zamara

Il 2024 segna un altro importante tassello nella carriera del soprano Dominika Zamara, reduce da una serie di tournée tra America, Europa e Medio Oriente.

Ora il suo ritorno nel paese a Stelle e Strisce, per l’esattezza a New York, sarà proprio li nella Grande Mela che vedrà un suo grande debutto, parliamo della Carnegie Hall una delle sale di rilevanza mondiale.  

Un tempio della musica inaugurato nel 1891, con più di un secolo di storia ha visto il passaggio di grandi nomi del firmamento musicale, ora ad aggiungersi quello della Zamara. La data stabilità è il 4 aprile, l’occasione è il Progressive Musician, vedrà l’alternarsi sul palco di musicisti di rilevo internazionale, a partire dal direttore d’orchestra Giacomo Franci che dirigerà la New York Chamber Players, ospiti, oltre alla già citata Dominika Zamara saranno: Anastasiya Squires flautista, Paolo Scibilia Direttore, Alan Freiles Direttore.

Il concerto si terra nella Weill Recital Hall, una della tre sale del complesso della Carnegie Hall. Le altre sale sono: lo Stern Auditorium e la Zankel Hall. Con 268 posti a sedere, l’elegante e intima Weill Recital Hall ospita ogni stagione centinaia di recital, concerti di musica da camera,

A riguardo del programma sono trapelate poche indicazioni, l’unica cosa certa e che vi saranno saranno nel repertori arie di: Wolfgang Amadeus Mozart e Wieslaw Rentowski.

Leggi Ancora
EventiMusicaSenza categoria

7 Febbraio Roma: Concerto di Musica Sacra Mariana con protagonisti il soprano Dominika Zamara e Fr. Bernard Sawicki all’organo

dominika zamara

Il 7 febbraio, alle ore 17:30 si terrà presso la Chiesa di San Gregorio in Celio – Piazza di San Gregorio al

Celio 1, 00184 Roma RM, il Concerto di Musica Sacra Mariana che vedrà Impegnati il soprano

Dominika Zamara e Fr. Bernard Sawicki all’organo. Un concerto che parte dai capolavori di

musica sacra, dal barocco al romanticismo, passando alle atmosfere moderne. Dando così

un ampio panorama dell’evoluzione di questo filone musicale, compreso il brano Agnus Dei,

scritto dal Maestro Wieslaw Rentowski in occasione dei concerti dedicato alla figura del Santo

Giovanni Paolo II.

Con musiche di: Vivaldi, Bach, Gomez, Mozart, Sawicki, Rentowski, Lorenz, Schubert, Zebrowsk.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Leggi Ancora
Musica

Un nuovo tour in America per il soprano Dominika Zamara

Dominika Zamara

Un nuovo Tour negli States per il soprano Dominika Zamara, tre date nel paese a Stelle e Strisce che vedrà la Zamara protagonista tra Wischonsin e Philadelphia.

Il giorno 19 gennaio è previsto l’arrivo in America per i preparativi, prove ecc.

La Zamara è oramai di casa negli States, il 2024 si prefigura come un’annata davvero ottima in America. Ma non anticipiamo troppo, partiamo col dire che questo nuovo tour, che sarà l’apripista di questo nuovo anno.

Il primo concerto il terrà sabato 20 gennaio, per l’occasione la Zamara duetterà con Jacob J. Perry (voce bianca), un giovane promettente. “Credo sia giusto dare uno spazio ai giovani talenti” dice la Zamara “quando ero agli inizi della mia carriera ho trovato molte persone che hanno creduto in me e mi hanno supportato, tra tutti il Maestro Enrico De Mori.”  Il tutto diretto magistralmente dal Maestro Kevin Meidl.   Il secondo concerto la vedrà sul palco con il Maestro Juan Pablo Horcasitas al pianoforte, sarà una cavalcata epica sui repertori europei, spaziando da Bellini, Mozart, Chopin e molto altro.

Ma arriviamo all’ultimo appuntamento al Mario Lanza Museum per un concerto dal titolo Mario Lanza Birthday Remembrance Party. Un evento celebrativo del compleanno del grande tenore Mario Lanza (1921 – 1959) accompagnata dal chitarrista classico statunitense Stanley Alxandrowycz.

Chi fu Mario Lanza: tenore, attore e showman statunitense di origine italiana, dotato di un bell’aspetto e di una grande voce, in grado di interpretare svariati generi musicali. Con le sue interpretazioni, in particolare nel film Il grande Caruso (1951), ebbe il merito di far conoscere e amare ai giovani la musica lirica; infatti. I suoi dischi sono ancor oggi oggetto di collezione da parte di molti intenditori.

Questo evento chiuderà questa prima parte del tuor della Zamara che riprenderà in più periodi nel corso dell’anno, ma avremo modo di approfondire altre tappe importanti. Una cosa è certa: l’America ama la Zamara.

Leggi Ancora
ArteMusica

“RITORNO A VENEZIA” Mostra Collettiva Internazionale. Inaugurazione Sabato 30 Settembre ore 17:00. DURANTE L’INAUGURAZIONE AVRA’ LUOGO IL RECITAL LIRICO, “VENEZIA, GLI ARCHETIPI E LO SPIRITO”CON L’ESIBIZIONE DEL SOPRANO INTERNAZIONALE DOMINIKA ZAMARA E DEL MAESTRO DI CHITARRA CLASSICA ALESSANDRO LAMBERTI

DOMINIKA ZAMARA

La Mostra Collettiva Internazionale “Ritorno a Venezia” nasce come desiderio di un vero e proprio ritorno
nella città lagunare, che diviene dimensione emblematicamente introspettiva, nel ricordo e nella meditazione
autobiografica, come nei rimandi e connessioni che sono all’origine della selezione delle opere e degli artisti
presenti nell’esposizione.
L’evento prende le mosse dal ripercorrere la storia millenaria della Serenissima, densa di eventi che dal IV
sec. d. C. vede il succedersi delle invasioni barbariche, soprattutto degli ostrogoti e longobardi, e
conseguentemente il Ducato Bizantino, la nomina del primo Doge nel 697, e lo splendore dell’epoca delle
Repubbliche Marinare e dei commerci con l’Oriente. A seguito del dominio turco, napoleonico, austriaco, la
città subisce la sua decadenza, che non l’alienerà però mai dai fasti del passato, fino all’Unità d’Italia,
all’inurbazione nell’entroterra mestrino, la creazione del Ponte della Libertà e del tratto stradale che la collega
alla terraferma, la nascita della Biennale di Venezia nel 1895, e il rinnovato benessere come centro turistico e
culturale.
Venezia simile a Venere che nasce dalle acque, con le sue 120 isole a formare la laguna, riporta alla
simbologia del femminile, alla rinascita, ad una nuova evoluzione, come gli stessi avvenimenti della sua
storia suggeriscono: ciò è richiamato da numerosi lavori esposti in mostra, che narrano inoltre di elementi
naturali e animali magici, figure di donne di rilevanza storica, l’elemento marino e la metamorfosi, fino ad
arrivare ad una componente metafisica e mistica, che si rifà all’inconscio e alla riflessione sulla fisica
quantistica.
In mostra opere degli artisti: Alessandra Parmeggiani, Alexandra Van Der Leeuw, Anna Giulia Enrile,
Annalise Ambrogio, Antonio Pallotta, Artista Gufò, Barbara Lo Fermo, Chiara Costa, Claudiu
Bellocchio, Davide Clementi, Davide Kapanadze, Egle Piaser, Elisa Di Sarò, Fabio Di Rosa, Flavio
Milani, Francesca Bellantonio, Gianfranco Montessoro, Gino Tardivo, Giovanni Artale, Guido
Coniglio, Guido Portaleone, Jacopo Rumignani, Laura Bonomo, Lina Mariolu, Luigi Cei, Manuel
Silvestrin, Maria Milici, Mariacecilia Angioni, Marino Salvador, Milena Rocchetto, Miriam Gentile,
Pierpaolo Mancinelli, Roberto Brandimarte, Salvatore Camarda, Salvatore D’Oria, Sergio Bergamo,
Virginio Bruscagin, Vitalba Campo.


In contemporanea alla Collettiva, verrà inaugurata la mostra personale “Il Cielo non ha Limiti”, dell’artista
visiva Paola Volpe, la quale presenta opere fotografiche che vanno oltre l’immagine rappresentata, per
coinvolgere lo spettatore in una forma comunicativa innovativa e sorprendente. Quest’ultima in grado di
stupire e coinvolgere, stimolare emozioni, e interrogativi, che possano suscitare interesse e, laddove
possibile, l’inizio di una ricerca individuale che dal sé possa condurre a far sollevare lo sguardo oltre le
contingenze per arrivare all’alto, inteso in senso sia fisico che spirituale.
Il mezzo fotografico è da sempre lo strumento che ispira l’artista ad osservare con nuova curiosità ed innata
intuizione il mondo circostante, fin quando, ad un certo punto del suo percorso, e sotto la spinta di emozioni
forti e contrastanti, si pone a scattare istantanee delle nuvole in cielo, con la tecnica denominata “one shot”,
ovvero “ad un solo scatto”, che realizza immediatamente e senza ulteriori riprese, senza alcuna aggiunta di
postproduzione, concretizzando quelle che si possono definire come vere e proprie “epifanie”, rivelazioni,
messaggi. Stupefacenti in ciò che manifestano, le fotografie di Paola Volpe ci esortano a metterci in gioco in
prima persona, nella percezione e considerazione, prendendo in esame la possibilità di credere, di recuperare
il contatto con la natura, non abbandonare la speranza in un cambiamento improvviso e salvifico anche nei
frangenti più critici. Ideatrice del progetto Sig.ra Olga Nacu.
Palazzo Pisani Revedin, San Marco 4013A, 30124 Venezia (VE)
La mostra resterà visitabile fino al 15 Ottobre.
Orari di apertura: Lunedì – Sabato 10.30 – 13:30, 14:30 – 18:30. Chiuso la Domenica. Ingresso libero.
Per informazioni: Maria Palladino 3341695479 audramsa@outlook.it

Leggi Ancora
MusicaSenza categoriaspettacolo

Villa Bertelli- Associazione O.M.E.G.A. presenta: Concerto violino, pianoforte e voce,

Associazione O.M.E.G.A.

Concerto di organizzato dall’associazione OMEGA che nasce con lo scopo  di diffondere la musica classica nei luoghi anche distanti dalle grandi province, coinvolgendo un sempre più vasto pubblico di ascoltatori, non per forza esperti cultori e appassionati di questa arte, ma soprattutto  si rivolge verso chi desidera per la prima volta avvicinarsi ad un ascolto guidato di musica classica, scegliendo brani accattivanti e di facile comprensione.

In questa serata speciale verranno presentati   brani per la maggior parte di musicisti italiani, con i più famosi brani di Chopin, alcuni suoi lied e brani di un altro compositore polacco: I.J. Paderewski.

Ad eseguire i brani il soprano polacco Dominika Zamara, che eseguira anche  brani di Bellini, Tosti, e De Curtis.
Il famoso pianista americano Clipper Erickson si esibira in alcuni dei più noti brani di Chopin, un brano di Puccini, e insieme al violinista Alan Freiles presenta l’Intermezzo dalla Cavalleria Rusticana di Mascagni, Meditation da Thais di Massenet.

Ingresso a pagamento: 10 € con riduzione a 8 per over 65 e under 25.

Leggi Ancora
Musicaspettacolo

Como: Musica e teatro al Cernezzi Nights, Sabato 5 Agosto un duo d’eccezione il Soprano Dominika Zamara e M° Andrea Bacchetti al pianoforte.

Dominika Zamara

Un fitto programma di eventi a Como, in programma a partire dal 22 luglio e fino al 6 agosto, durante i weekend sono previsti sei appuntamenti di musica e teatro, presso il cortile antico di Palazzo Cernezzi.

Sabato 5 agosto alle ore 21:30 sarà la vota di un Duo d’eccezione, la soprano Dominika Zamara e il M° Andrea Bacchetti al pianoforte si esibiranno in un Recital Lirico nel quale si avrà la possibilità di ascoltare arie da grandi compositori e pezzi per piano forte solo.

Il Duo proporrà un viaggio a cavallo di epoche lontane, partendo dal barocco per arrivare al contemporaneo.

Ma anche un connubio importante: quello tra Vincenzo bellini e Fryderyk Chopin, due geni a confronto, dall’amicizia che contraddistinse i due compositori, e alla similitudine stilistica che si può sentire ascoltando le Arie da Camera di Vincenzo Bellini e nei Lieder Fryderyk Chopin.

Programma

J. S. Bach Preludio e Fuga IX (wtc II)

G. F. Hӓndel Lascia ch’io pianga dall’opera Rinaldo

V. Bellini Vaga luna che inargenti

V. Bellini Ma rendi pur contento

V. Bellini Malinconia

V. Bellini Per pietà bell’idol mio

F. Schubert Improptu op. 142 n.2

W. A. Mozart Voi che sapete dall’opera Le nozze di Figaro

W. A. Mozart Venite inginocchiatevi dall’opera Le nozze di Figaro

C. Debussy Jumbo’s Lullaby da Children’s Corner

F. Chopin L’Anello

F. Chopin Il Desiderio

F. Chopin Fiume triste

H. Mancini Moon river

F. Chopin Primavera

F. Chopin Canzone Lituana

H. Villa-Lobos Polichinelo

P. Tosti Il Sogno

E. Curtis Non ti scordar di me

 Gli eventi saranno gratuiti, ma sarà obbligatoria la prenotazione online.

Palazzo Cernezzi 97 Via Vittorio Emanuele II 22100 Como Italy

In caso di maltempo, gli spettacoli si terranno a Villa Olmo e saranno in quel caso riservati ai primi 100 iscritti di ogni evento.

Leggi Ancora
Musica

Con il disco Chopin Lieder OP 74 il Soprano Dominika Zamara entra nella collezione della Biblioteca dell’Accademia Teatro alla Scala.

Dominika Zamara

Un nuovo importante riconoscimento  per il Soprano Dominka Zamara , dopo il successo della Tournee appena conclusa negli U.S.A.

Il disco Chopin Lieder OP 74, registrato dalla soprano Dominika Zamara e dal pianista Franco Moro, edito da Elegia Classics è entrato a far parte della collezione della Biblioteca dell’Accademia Teatro alla Scala.

L’incipit fu un concerto che il Duo eseguì proprio nell”Accademia Teatro alla Scala con il ciclo dei lieder op 74 del grande compositore e pianista polacco.

Per meglio comprendere spieghiamo meglio cosa sono i Lieder Op 74 di Fryderyk Chopin.

Partiamo con una premessa, Chopin è famoso oltre modo per i brani per pianoforte: Notturni, Mazurche ecc. e due magnifici concerti per pianoforte e orchestra.

Ma esistono 19 perle che rimangono l’unica testimonianza di musica vocale di Chopin, (su testi di grandi poeti polacchi dell’epoca), ma non soddisfatto volle dare alle fiamme gli spartiti dell’op 74, fortuna vuole che qualcuno li salvò facendoli arrivare sino a noi e così all’incisione di questo disco.

Perché nasce la Biblioteca dell’Accademia Teatro alla Scala

creare e rafforzare la consapevolezza dell’eredità culturale e l’apprezzamento delle arti;

sostenere l’educazione individuale e l’autoistruzione fornendo base scientifica e spessore culturale all’attività formativa e professionale;

promuovere opportunità per lo sviluppo creativo e immaginativo della persona offrendo agli attuali e futuri professionisti dello spettacolo una possibilità di aggiornamento costante su metodi, problemi, prospettive e temi specifici.

Leggi Ancora
eccellenze italianeModa

Il Soprano Dominika Zamara anche a New York ha scelto di indossare un Abito della stilista Marta Jane Alesiani.

Marta Jane Alesiani

L’abito si chiama “ MIELE “ e proviene dalla collezione Safari inspirata alle grandi avventure descritte nei libri , ai pirati e alle loro intramontabili mappe dei tesori nascosti ai romanzi di Salgari..

L’abito Miele è davvero un piccolo tesoro, tra le trame di questo tessuto prezioso si nascondono filamenti di puro rame cangiante.

Frutto di nuove tecnologie all’avanguardia, questo tessuto leggerissimo incanta per i suoi meravigliosi giochi cromatici capaci di variare a seconda della luce che si riflette su di esso; Il colore infatti, passa dal color bronzo all’oro , da colore ambrato della terra al nero bruno.

Il modello resta lineare ed essenziale, al fine di rendere protagonista indiscusso questo prezioso binomio di trama ed ordito.

Il Rame è da sempre riconosciuto come il più grande conduttore di energia, veniva chiamato oro rosso ed è il metallo tra i più utilizzati dell’umanità.

A lui sono legate innumerevoli proprietà benefiche e magiche , tra cui favorire l’armonia del corpo fisico con quello astrale stimolando le attività del cervello , contribuendo alla regolazione della frequenza cardiaca e alla produzione dei globuli rossi , contrastando l’anemia.

Foto di Gabriele Vinciguerra, Modella Mua Stafania Molon, Hair Alessandro Torti.

I colori di questo oro speciale li ritroviamo su questo abito arricchito anche delle sue magiche proprietà.

Si tratta di un abito fuori produzione, creato esclusivamente per la sfilata della Fashion Week di Milano, quando la stilista Marta Jane decise di aggiungere all’intera collezione gioielli ed accessori di rame purissimo realizzati da artigiani marchigiani. questo abito rappresentava un grazie alla sua terra natia e alla sua meravigliosa influenza artistica.

Il nome “ Milele” deriva appunto dalla similitudine tra i colori del rame e del miele stesso , chiamato nell’antichità, “ l’oro degli dei “.

siamo tutti sognatori, guerrieri, avventurieri e maghi, figli della terra e del sole

basta soltanto riuscire a ricordarlo.

Dominika indossa anche una cintura dorata con cordone e nappe di pelle dell’ultima collezione Magicland

Ancora una volta, come il più sapiente degli scrittori Marta in questo abito descrivere la dolcezza della natura è come se afferrasse un pennello e spandesse su una tela vergine macchie di colore monocromo…

Sapientemente costruisce un’immagine della natura così vera e viva.

Chi si trova di fronte l’abito è come se avesse di fronte un quadro fatto di sfumature, profumi, suoni e sensazioni grazie ai quali la natura diventa poesia.

USA Mozart Coronation Mass concert.
Great orchestra and conductor Maestro Jason Tramm
W. A. Mozart Coronation Mass
8 May 2023 USA
The Seton Hall University, South Orange, NJ
Maestro Jason Tramm conductor
Dominika Zamara soprano
Kimberlee Korzelius mezzosoprano
Rider Foster tenor
Christian Arenciba baritone
MidAtlantic Chamber Orchestra
University Chorus and Chamber Choir

Leggi Ancora
1 2 3 4
Page 1 of 4