close
Raffaella Barbaraci
Raffaella Barbaraci

Raffaella Barbaraci da sempre appassionata di moda si racconta attraverso un veloce botta e risposta:

Primo incontro con la moda ?

Si può dire che l’ho incontrata da bambina avendo mia madre Sarta; poi col tempo credo che le cose accadano quando le desideri realmente, e così è stato.. pian piano ho creato la mia moda.

Per parlare di moda è necessario averla vissuta? Studiata?

Non ho mai studiato moda e non credo che per parlarne bisogna viverla, ognuno di noi è una moda, è uno stile; ma è anche vero che ascoltare e guardare i grandi della moda ci insegna tanto.

Da dove prendi ispirazione per le tue creazioni?

Le mie creazioni sono un po’ un mix: Tra il retró ed i giorni d’oggi, tra la seduzione e l’essere un po’ maschile..

Perché non esistono più le TOP ?

Credo che le top esistano ancora ma nei nostri prototipi e nelle nostre ammirazioni, sono quelle degli anni 50 in poi… ora i tempi sono cambiati così come sono cambiati i canoni di bellezza.

Un aneddoto che ricordi con il sorriso?

Un ricordo che mi porta un sorriso è la mia prima volta davanti ai riflettori, essendo molto timida mi fa ricordare l’è sensazioni di quel momento; e ad oggi portarmi un emozione.

Quanto contano i social oggi nel mondo della moda?

Beh molto, per non dire moltissimo.. oggi giorno credo che i social sia sicuramente uno dei canali pubblicitari più utilizzati al mondo in qualsiasi categoria.

Che cosa è per te la moda?

La moda è una fusione tra: arte, bellezza, sensualità, eleganza … è un modo per esprimere la propria personalità.

Se potessi andare indietro nel tempo, con quale personaggio ti piacerebbe interagire e perchè?

Il personaggio con cui mi piacerebbe interagire nel passato ne sono due :Audrey Hepburn per la sua eleganza, raffinatezza, stile e femminilità. E Marylin Monroe per la sua sensualità in qualsiasi abito.

Cosa pensi dell’editoria di settore?

Ormai negli ultimi anni ci sono molti cambiamenti, e sicuramente uno di essi è un grande potenziamento verso il web.

Cosa pensi dell’editoria di settore? Cosa non deve mancare in un guardaroba di un uomo? E di una donna?

In un guardaroba non può mai mancare: in quello maschile, un bel doppiopetto è una camicia di seta; invece in quello femminile, un bel tailleur e un elegante vestito di seta lungo.

Grazie per il tempo che ci hai dedicato Raffaella.

Tags : fashion bloggerfashion systemRaffaella Barbaraci

Leave a Response