close
Attualità

Denise Inguanta: giornalista, scrittrice e Founder del Blog “Lettera D”, libera di esprimersi.

Denise Inguanta

Denise si  occupa di giornalismo, editoria e scrittura, per lei scrivere e comunicare è una passione.

Se dobbiamo scegliere un termine che la caratterizza è sicuramente “creatività”.

Conosciamola meglio.

Che formazione hai avuto?

Ho una laurea in Lettere Classiche ma ho anche approfondito gli studi nell’ambito della comunicazione e dell’editoria.

Tra i tanti ambiti, ho studiato scrittura creativa e editing, sceneggiatura cinematografica e teatrale, ma anche scrittura persuasiva finalizzata al copywriting.

Questo ed altro ancora per la verità!

Ma mi fermo qui perché non vorrei annoiare nessuno con il mio curriculum di studi. Lasciatemi però dire che sono anche una giornalista.

Da dove nasce la tua passione per la scrittura?

È semplicemente nata insieme a me!

Scrivo da sempre. La scrittura esercita un potere imprescindibile sulla mia esistenza, sul mio essere.

Penne e taccuini non mancano mai in giro per casa e nella mia borsa.

Se non scrivo sento che le mie giornate non hanno un senso.

Quando e perché è nata l’idea di aprire un blog?

L’idea di aprire “Lettera D” è nata molti anni fa. Il perché l’ho aperto è semplice: è stato l’amore per la scrittura che mi ha portato a farlo. Inoltre volevo essere libera di esprimere il mio personale punto di vista sul mondo attraverso un blog che potesse essere in qualche modo una piazza dove confrontarsi con gli altri per scambiarsi opinioni e idee, insomma una vera e propria agorà democratica e aperta a tutti.

Cosa pensi del mondo dei blogger italiani?

Che dire?!

È un mondo vario sotto tutti i punti di vista.

Tutti vogliono fare i blogger in Italia, ma sono moltissimi quelli che si arrendono in fretta, che non riescono a portare avanti questo tipo di impegno, forse perché non sono veramente motivati da idee e convinzioni forti e di un certo spessore. I blogger sono davvero tanti, ma sono pochissimi quelli che sanno produrre contenuti di qualità e divulgare informazioni e tendenze davvero utili al lettore.

Quale consiglio ti senti di dare a chi vuole intraprendere la professione di blogger?

In verità non ci sono delle regole precise, tutto dipende dalla qualità e dal valore aggiunto che si intende dare al proprio blog: non ci si può improvvisare blogger (come purtroppo fanno molti) senza capire cosa comporta realmente intraprendere un percorso di questo tipo.

Per molti gestire un blog significa soltanto disporre di una vetrina per apparire, ma si tratta, secondo me, di un presupposto errato.

Curare un sito richiede grande sacrificio e dedizione: è essenziale, prima di ogni altra cosa, capire quali sono gli argomenti che possono realmente interessare il lettore e non annoiarlo, scrivere con continuità anche quando non si ha il tempo per farlo e, infine, dimostrarsi sempre cordiali e disponibili verso chi ti contatta per chiederti di dare spazio a ciò che ha da dire, sempre che si tratti di argomenti validi, ovviamente.

È anche vero, però, che un blog, se curato con impegno e con la giusta professionalità, può riservare grandissime soddisfazioni: quando vedo l’altissimo numero di persone che segue “Lettera D” e tutte le volte che ricevo complimenti per il mio sito, sono davvero felice e questo mi ripaga per tutti i sacrifici che faccio, sacrifici fatti sempre con grande amore.

Cosa non deve mancare sulla tua scrivania?

Partiamo dal fatto che la mia scrivania è estremamente ordinata e organizzata.

Nulla viene lasciato al caso!

Ma di sicuro non devono mancare la mia penna preferita che è un ricordo di un viaggio fatto in un luogo speciale, la mia agenda che è preziosissima per organizzare le mie giornate, un antico mappamondo che mi aiuta a ripensare ai viaggi che ho fatto e fantasticare su quelli che farò, le carte da lettera decorate e profumate sulle quali scrivo fiumi di parole che forse non spedirò mai (sì, perché amo moltissimo scrivere a mano).

Qual è l’argomento del quale preferisci scrivere?

“Lettera D” nasce per essere un osservatorio sul mondo, per questo fin dall’inizio mi sono occupata di diversi aspetti della società e dell’attualità, ma gli argomenti preponderanti sono comunque quelli legati alla cultura nel senso più ampio del termine.

E ciò non vale solo per il blog ma anche per i giornali con cui collaboro.

Come giornalista, infatti, mi incuriosisce tutto e mi sono occupata degli ambiti più vari, ma un posto particolare l’ho sempre riservato alla sezione “cultura e società”, sarà la mia formazione di base di stampo classico.

Oltre ad essere giornalista e blogger sei anche una scrittrice. Cosa scrivi?

Di tutto! Romanzi, racconti, poesie, sceneggiature cinematografiche e teatrali, testi di canzoni e saggi su argomenti legati alla cultura e perfino all’etno-antropologia.

Ho pubblicato alcuni versi in una raccolta di poesie, un romanzo dal titolo “Apologia di un amore” e svariati saggi che sono stati poi ripresi da professori universitari per i loro studi.

Attualmente ho già pronti per la pubblicazione un romanzo, una raccolta di racconti, una silloge di poesie e un testo che raccoglie importanti indicazioni per chi vuole dedicarsi alla scrittura.

Quali sono le parole chiave che ti caratterizzano dal punto di vista professionale?

Sicuramente ordine, passione, integrità morale e onestà intellettuale.

L’ordine per me è molto importante, dal momento che ritengo fondamentale, dal punto di vista professionale, seguire una precisa programmazione che mi consenta di raggiungere gli obiettivi che mi sono posta e di godere della fama di essere molto affidabile tra le persone con cui mi trovo a collaborare. In tutto ciò che faccio metto passione. Senza mai risparmiarmi!

Non riuscirei, infatti, a svolgere qualsiasi lavoro senza amarlo profondamente.

Anche l’integrità morale e l’onestà intellettuale sono due parole chiave fondamentali dal punto di vista professionale: nella vita non si deve cedere a compromessi e, se si vuole fare strada, bisogna affidarsi unicamente alle proprie forze e al proprio impegno, senza ricorrere a squallidi mezzucci, comode scorciatoie o, peggio, a vere e proprie falsità.

Dove trovi l’ispirazione per tutto ciò che fai?

Il mare, il sole, un bicchiere di buon vino, la musica, una passeggiata all’aria aperta in mezzo alla natura sono tutte fonti di ispirazione per me.

Amo i piaceri della vita e apprezzo tutto ciò che di bello mi circonda ed è da lì che nasce l’input creativo, fosse anche una buona cena in un ristorante vista mare o semplicemente un fiore che sboccia nel mio giardino. Sic et simpliciter!

Cosa c’è nel tuo futuro?

Tantissimi progetti ai quali sto lavorando sodo ma che al momento non posso rivelare. Quel che posso dire a tutti è di continuare a seguire “Lettera D” perché ci sono in serbo tante novità e tante sorprese.

Grazie Denise per la piacevolissima chiacchierata.

Leggi Ancora
1 3 4 5 6 7 41
Page 5 of 41